in

La tecnologia di bordo e l’assistenza alla guida della Volkswagen Tiguan Allspace 2021

Approfondimento sulla dotazione tecnologica della Volkswagen Tiguan Allspace 2021

La tecnologia di bordo e l'assistenza alla guida della Volkswagen Tiguan Allspace 2021
La tecnologia di bordo e l'assistenza alla guida della Volkswagen Tiguan Allspace 2021

Abbiamo parlato in precedenza della presentazione della nuova Volkswagen Tiguan Allspace, il SUV con tre file di sedili per le famiglie numerose. In questo articolo ci vogliamo concentrare sulla tecnologia di bordo e sui sistemi di assistenza alla guida del nuovo SUV. La Volkswagen raggruppa i sistemi finalizzati alla guida assistita sotto la denominazione IQ.DRIVE.

Il modulo di base è il sistema di assistenza alla guida Travel Assist, che trova ora impiego per la prima volta anche sulla Tiguan Allspace. Fino a una velocità massima di 210 km/h il sistema è in grado di subentrare al guidatore nelle sterzate, nelle frenate e nelle accelerazioni della vettura. Per la dinamica longitudinale il Travel Assist interviene su sistemi già noti, quali il controllo automatico della distanza ACC. Invece per la dinamica trasversale si avvale dell’assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist di serie. Il guidatore può attivare il sistema con il pulsante Travel Assist presente sul nuovo volante multifunzione.

Dopo l’attivazione le mani devono rimanere sul volante. L’elettronica della Tiguan Allspace verifica che tale requisito venga rispettato tramite le nuove superfici capacitive sul volante. Il controllo della vettura è sempre responsabilità del guidatore, che deve essere sempre pronto a bypassare il sistema di assistenza in caso di necessità.

Volkswagen Tiguan Allspace
Volkswagen Tiguan Allspace

Volkswagen Tiguan Allspace: sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore e frenata d’emergenza

La gamma italiana della nuova Tiguan Allspace dispone di serie della regolazione automatica della distanza ACC predittiva con limitatore di velocità di ultima generazione e funzione stop&go. Il sistema di assistenza include nelle sue regolazioni i segnali della telecamera anteriore e anche i dati GPS e cartografici. Prende in considerazione in modo predittivo la segnaletica relativa ai limiti di velocità di volta in volta presenti, l’ingresso in centri abitati, gli incroci e le rotatorie. Il sistema di controllo perimetrale Front Assist di serie è adesso in grado di reagire ancora meglio alle persone che si accingono ad attraversare la strada in situazioni complesse e difficilmente leggibili.

L’ultima generazione dell’assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist ora rileva ancora meglio la corsia e i confini naturali della carreggiata. Ad esempio può anche rilevare eventuali bordi d’erba. La funzione di frenata di emergenza City è un’evoluzione del Front Assist e monitora, per mezzo di un sensore radar, lo spazio antistante alla Tiguan Allspace.

Il sistema agisce nell’intervallo di velocità inferiore a 30 km/h. In caso di una collisione imminente con un veicolo che precede, se il guidatore non intraprende alcuna azione per evitare l’urto, l’impianto frenante viene predisposto come avviene nel caso del Front Assist. All’occorrenza, entro i limiti del sistema, la funzione di frenata di emergenza City interviene con una frenata automatica per ridurre le conseguenze di un impatto imminente. Inoltre, se il guidatore non frena con forza sufficiente, gli viene messa a disposizione la massima forza frenante.

Disponibile di serie troviamo il sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore. Esso rileva un’eventuale diminuzione della concentrazione del guidatore e lo allerta mediante un segnale acustico della durata di cinque secondi e un messaggio nella strumentazione, invitandolo a fare una pausa. Se nei 15 minuti successivi il guidatore non effettuerà una pausa, l’avviso verrà ripetuto.

Volkswagen Tiguan Allspace
Volkswagen Tiguan Allspace

I sistemi di anti-collisione

Quasi un quarto di tutti gli incidenti con lesioni alle persone derivano da collisioni multiple che si verificano dopo l’incidente iniziale vero e proprio. A questo riguardo, il sistema anti collisione multipla può contribuire a evitare del tutto le collisioni successive. Oppure, nei casi più gravi può mitigarne la gravità. Dopo una collisione, nell’ambito dei limiti tecnici, il sistema anti collisione multipla frena automaticamente la vettura ancor prima che il guidatore possa reagire. In questo modo è possibile ridurre la gravità dell’incidente o, nella migliore delle ipotesi, evitarlo del tutto.

Se, in combinazione con il Front Assist e il Side Assist, il sistema proattivo di protezione degli occupanti riconosce un potenziale rischio di incidente (ad esempio a seguito di una frenata di emergenza per via del sistema di assistenza alla frenata attivato), ha luogo il pretensionamento automatico delle cinture di sicurezza del guidatore e del passeggero anteriore. In questo modo è possibile garantire la miglior protezione possibile per mezzo del sistema airbag e cinture di sicurezza.

In presenza di una situazione di marcia estremamente instabile, come un forte sovrasterzo o sottosterzo con intervento dell’ESC, vengono inoltre chiusi sia i cristalli laterali (lasciando una fessura residua) che il tetto scorrevole (optional). Questo perché se i cristalli e il tettuccio sono quasi completamente chiusi, gli airbag per la testa e gli airbag laterali possono intervenire in modo ottimale e offrire la loro massima efficacia.

La protezione proattiva degli occupanti riconosce anche le situazioni critiche relative alla distanza di sicurezza. Contribuisce a ridurre lo spazio di arresto, in quanto sulla nuova Tiguan Allspace questo sistema è disponibile in abbinamento al controllo perimetrale Front Assist di serie. In situazioni di pericolo il sistema avvisa guidatore attraverso segnali ottici e acustici e mediante una frenata preventiva.

Gli interni della nuova Tiguan Allspace
Gli interni della nuova Tiguan Allspace

Altri sistemi di assistenza alla guida

Il dispositivo di assistenza al parcheggio Park Assist della Volkswagen Tiguan con sistema di ausilio al parcheggio, guida automaticamente la vettura negli spazi di parcheggio paralleli alla carreggiata e trasversali. In particolare il sistema esegue anche manovre di uscita dagli spazi paralleli.

Il guidatore attiva il sistema premendo il relativo pulsante sulla consolle centrale. Mediante gli indicatori di direzione il guidatore sceglierà quindi il lato della carreggiata su cui parcheggiare. Se, tramite i sensori a ultrasuoni, il Park Assist rileva uno spazio di parcheggio di dimensioni sufficienti, potrà avere inizio il parcheggio assistito. Il guidatore inserirà la retromarcia, dopodiché dovrà soltanto dosare il pedale dell’acceleratore e del freno. Sarà invece la vettura a manovrare lo sterzo. Una funzione di frenata automatica fornirà supporto in caso di distanza di manovra insufficiente.

L’indicatore di controllo della pressione pneumatici opera mediante i sensori del numero di giri delle ruote dell’ABS. Se la pressione degli pneumatici diminuisce, si riduce il raggio di rotolamento della ruota interessata. Infatti, essa gira più velocemente mentre la velocità della vettura rimane invariata. In tal caso il sistema riconosce che la pressione di gonfiaggio è troppo bassa. A quel punto avvisa il guidatore con un segnale visivo sul Digital Cockpit Pro di serie. L’indicatore di controllo della pressione pneumatici, tuttavia, non esonera il guidatore dalla responsabilità di controllare periodicamente la pressione degli pneumatici.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!