in

Lamborghini non ha in programma una supercar elettrica e progetti a guida autonoma

Il mondo delle quattro ruote guarda al futuro con tanti progetti al 100% elettrici e con i primi modelli a guida autonoma in grado, almeno potenzialmente, di affrontare senza il controllo del pilota le strade pubbliche. Queste tendenze del mercato delle quattro ruote non coinvolgeranno, nel prossimo futuro, Lamborghini.

La casa italiana, dopo aver presentato di recente il suo primo SUV Urus, punta ad arricchire la sua offerta con la volontà di non distaccarsi più di tanto dalla sua tradizione. A sottolineare quest’aspetto è stato Maurizio Reggiani, direttore del dipartimento di ricerca e sviluppo del brand italiano, in occasione del Salone dell’auto di Detroit.

Se Ferrari farà una supercar elettrica, almeno stando alle recenti dichiarazioni di Sergio Marchionne, lo stesso non accadrà (almeno nel futuro prossimo) con Lamborghini. Secondo Reggiani, infatti, i tempi non sono maturi per vedere supercar sportive o SUV alimentati esclusivamente da motori elettrici. La casa italiana punterà sull’ibrido. Una variante ibrida plug-in, infatti, è già pronta per espandere la gamma del SUV Urus.

Per quanto riguarda la guida autonoma, invece, il parere di Reggiani è ancora più preciso “Se paghi per divertirti su una supercar sportiva poi vuoi guidare un’auto, non un robot”.  Il Lamborghini Urus può contare sulla guida autonoma di livello 2 che però viene considerata dalla casa italiana come un aiuto al guidatore e non come una funzione in grado di sostituire, del tutto, il pilota.

Il futuro prossimo di Lamborghini, dopo il lancio del primo SUV, non dovrebbe registrare l’arrivo di progetti particolarmente rivoluzionari. La casa italiana continuerà a rafforzare la sua offerta restando, il più possibile, fedele alla sua tradizione.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!