Questo sito fa parte di NotizieOra network

News Auto

Le auto elettriche supereranno le auto a combustione nel 2038 secondo Bloomberg

Secondo Bloomberg il sorpasso delle auto elettriche sulle auto con motore a combustione arriverà solo nel 2038

Auto elettriche

Il motore termico ha ancora molti anni di vita. O almeno è quello che pensa Bloomberg, affermando che continuerà fino al 2038 – quindi 18 anni – quando la vendita di auto elettriche supererà quella delle tradizionali auto a combustione. Bloomberg, attraverso uno studio della sua controllata BloombergNef -New Energy Finance, ritiene che 42,4 milioni dei 92 milioni di veicoli venduti nel 2038 saranno completamente elettrici, mentre 41,8 milioni saranno termici. Gli ibridi plug-in rappresenteranno 7,5 milioni.

Secondo Bloomberg il sorpasso delle auto elettriche sulle auto con motore a combustione arriverà solo nel 2038

E, entro il 2040, si prevede che saranno in circolazione circa 500 milioni di auto elettriche in tutto il mondo, quasi un terzo del parco auto. Sembra un numero molto alto, se si tiene conto del fatto che solo due anni prima non sarebbero stati raggiunti 50 milioni di unità all’anno. Queste cifre sono globali. È chiaro che nel mercato europeo il “sorpasso” arriverà prima. Europa e Cina rappresenteranno il 70% del mercato elettrico.

Per BloombergNef, quest’anno 2020 saranno venduti in tutto il mondo solo 1,3 milioni di veicoli elettrici e 428.000 ibridi plug-in, cifre “quasi ridicole” rispetto ai 64,5 milioni che verranno venduti quest’anno.  La crescita delle vendite elettriche, nonostante i molteplici progetti e sforzi dei marchi e anche gli investimenti in corso, sarà lenta. Entro il 2021, le vendite saranno ancora inferiori a 2 milioni, mentre i PHEV toccheranno 700.000.

Le ragioni di questa crescita lenta sono diverse. Sono necessarie fabbriche di batterie, fabbriche di automobili adattate, la rete di ricarica pubblica e c’è il fattore prezzo. Solo verso il 2022 i prezzi elettrici e termici inizieranno a pareggiare nei segmenti più alti, dovremo ancora aspettare che ciò accada nei segmenti inferiori.

E, naturalmente, le vendite saranno molto irregolari. Europa e Cina rappresenteranno il 70% delle vendite di elettricità sul mercato, come abbiamo detto. È logico perché i governi sono più impegnati nei problemi ambientali. Inoltre, in Europa le norme sulle emissioni di CO2 saranno inasprite nei prossimi anni, così come quelle di altri gas. Aiuti o sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, anche i vantaggi fiscali che questi possono offrire rispetto ai veicoli termici saranno decisivi.

Ti potrebbe interessare: Le prime auto elettriche Polestar 2 sono arrivate in Europa