Questo sito fa parte di NotizieOra network

Formula 1Motorsport

Le Ferrari sono strutturalmente deboli da un decennio, rivela Elkann

Elkann rivela che il grande difetto che la Ferrari ha avuto negli ultimi dieci anni è che le sue monoposto hanno avuto delle debolezze strutturali

Ferrari

Il presidente della Ferrari Jon Elkann si rammarica che le sue auto negli ultimi dieci anni non siano state competitive e rivela che ciò è dovuto alle debolezze di base su cui lavorano. John Elkann oggi ha rinnovato la sua fiducia in Mattia Binotto. Il presidente della Ferrari ritiene che Binotto sia l’uomo ideale per guidare la rinascita della Scuderia. Elkann, che conosce bene i problemi della Ferrari, rivela che il grande difetto è che le auto degli ultimi dieci anni hanno avuto delle debolezze strutturali chiave che le hanno impedite di essere competitive.

Elkann parla delle debolezze strutturali della Ferrari in Formula 1 negli ultimi 10 anni

“La divisione sportiva della Ferrari sta senza dubbio attraversando un periodo difficile che arriva da lontano. Non vinciamo un campionato costruttori dal 2008 e un campionato piloti dal 2007. Ci sono stati cicli vincenti della Red Bull per le capacità aerodinamiche e della Mercedes per la loro grande abilità con le tecnologie dei motori ibridi “, ha dichiarato Elkann in un’intervista al quotidiano La Gazzetta dello Sport.

” Abbiamo avuto una serie di debolezze strutturali che esistono da molto tempo nell’aerodinamica e nella dinamica del veicolo. Abbiamo anche perso potenza nel motore. La realtà è che la nostra auto non è competitiva. L’hai vista in pista, stiamo gettando le basi per essere competitivi e vincere di nuovo quando le regole cambieranno, nel 2022, ne sono convinto “, ha aggiunto Elkann.

“Siamo partiti male e dobbiamo essere realistici e consapevoli delle debolezze strutturali dell’auto, con le quali viviamo da un decennio e che la transizione ai motori ibridi ha sottolineato”, ha insistito. Il presidente della Ferrari insiste sul fatto che la ricostruzione richiederà tempo, ma sottolinea che credono che Charles Leclerc e Carlos Sainz siano i driver ideali per guidarla. “Negli ultimi dieci anni abbiamo avuto campioni come Alonso e Vettel, ma è certamente più difficile ricostruire un ciclo e chiedere pazienza a coloro che hanno già vinto rispetto a quelli che hanno davanti tutto il futuro”, ha detto Elkann per finire.

Ti potrebbe interessare: Raikkonen: “Dubito che Vettel e la Ferrari abbiano un rapporto così brutto”

Related posts
Formula 1Motorsport

Binotto abbandona il ruolo di direttore tecnico per "tenere d'occhio" la Ferrari

Formula 1Motorsport

Ferrari chiede chiarimenti sulla legalità di Racing Point

Formula 1Motorsport

Ferrari ricorre al filming day per risolvere i problemi

Formula 1Motorsport

Binotto ha tutte le competenze per inaugurare un'era vincente secondo Elkann