in ,

Leclerc: Bianchi meritava il posto alla Ferrari più di me

BMW X3 e iX3 2022: dalla Cina arrivano nuove immagini "non ufficiali"
BMW X3 e iX3 2022: dalla Cina arrivano nuove immagini "non ufficiali"

Charles Leclerc ha apertamente ammesso che Jules Bianchi meritava più di lui di correre in Formula 1 con la Ferrari. La scorsa settimana Leclerc ha fatto riferimento a quanto detto da Daniel Ricciardo, che ha citato Bianchi come uno dei suoi cinque piloti più sottovalutati durante la sua carriera in F1. Ricciardo ha suggerito che siccome non abbiamo mai visto Bianchi “su una macchina eccezionale”, “forse la gente non ha apprezzato quanto sarebbe stato bravo”.

Charles Leclerc ha apertamente ammesso che Jules Bianchi meritava più di lui di correre in Formula 1 con la Ferrari

Il pilota della Renault non lascia dubbi sul fatto che Bianchi “sarebbe stato sicuramente in una squadra di spicco e vincitore di qualche gara”. Il pilota australiano ha anche aggiunto: “In un certo senso, sento che Charles sta facendo quello che avrebbe fatto Jules. È come se Charles fosse una nuova versione di ciò che Jules avrebbe fatto con il successo che sta avendo”. Purtroppo, il percorso di carriera di Bianchi – apparentemente destinato alla Ferrari – è stato tragicamente interrotto quando è morto nel luglio 2015 a causa delle ferite riportate nel Gran Premio del Giappone nove mesi prima.

Leclerc ora occupa un posto all’interno della Scuderia che avrebbe potuto appartenere al suo padrino. Avrebbero anche potuto correre insieme. A proposito di Bianchi, Leclerc ha dichiarato: “I nostri padri hanno sempre scherzato sul fatto che avremmo avuto una carriera molto simile. Stranamente, quando lui e io correvamo ottenevamo spesso risultati simili. Abbiamo sempre scherzato su questo.”

“Le nostre carriere, ovviamente, sono state abbastanza simili, anche Nicolas Todt il mio manager, ha preso più o meno la stessa strada per entrambi.” Significativamente, Leclerc ha aggiunto: “Avrebbe potuto ottenere molti risultati. Risultati come a Monaco, quando era con la Marussia, [finendo nono nel 2014] hanno fatto intuire molto del suo talento. Meritava sicuramente il posto Ferrari più di me, ma sfortunatamente il destino ha deciso altre cose per lui. Sono abbastanza sicuro che avrebbe mostrato probabilmente più di quanto ho mostrato io. Era estremamente talentuoso.”

Ti potrebbe interessare: Vettel rifiuta la nuova proposta di contratto di un anno della Ferrari con un salario inferiore

 

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!