Formula 1Motorsport

Leclerc contro il tetto salariale in Formula 1: “Ne parleremo con la FIA”

Charles Leclerc - Ferrari

Da questa stagione la Formula 1 utilizza un limite di budget. In questa stagione le squadre non potranno spendere più di 145 milioni di dollari e negli anni a venire saranno sempre meno. Forse ci sarà anche un tetto salariale per i piloti, ma non tutti ne sono entusiasti. Charles Leclerc è uno dei piloti che si sono espressi contro questa ipotesi. Si parla ora di un limite di 30 milioni di dollari per squadra. Il modo in cui verrà diviso questo denaro dipenderà dagli stessi team. Forse a questo si aggiungeranno gli stipendi dei tre manager più pagati all’interno di una squadra.

Leclerc ha dichiarato ai microfoni di Sky Italia: “Non sono d’accordo con il tetto salariale. Ne parleremo con la FIA e con le persone che sono qui per prendere quelle decisioni”. Leclerc non dice davvero perché critica i piani. Guadagna circa 12 milioni di euro alla Ferrari.

È possibile che ci saranno gare sprint in Formula 1 e quell’idea incontra anche molte critiche all’interno della classe regina degli sport motoristici. Leclerc non capisce le critiche: “Per quanto riguarda le gare sprint, penso che siano una buona idea. Sarebbe divertente provarle, vedere se funzionano o no. Per me la cosa più importante è mantenere l’importanza della gara della domenica. Con la gara sprint la gara della domenica non perde valore e abbiamo anche una possibilità in più per correre ” , ha detto il 23enne.

Ti potrebbe interessare: Alonso ha commesso meno errori di Leclerc alla Ferrari, dice Fiorio

Looks like you have blocked notifications!
Related posts
Formula 1Motorsport

Alfa Romeo chiede alla FIA di rivedere la penalità di Raikkonen a Imola

MotoGPMotorsport

Valentino Rossi conferma l'arrivo della sua squadra in MotoGP nel 2022

Formula 1Motorsport

Sainz, ottimista per Portimao: "Sono contento, ma vogliamo di più"

Formula 1Motorsport

Hamilton vuole continuare in F1