in

Lexus: numeri impressionanti dal Sud America

In mezzo al desolante panorama economico dei giganti del settore automobilistico, che in Sud America hanno ridotto di molti i propri numeri di vendita, Lexus è riuscita a ritagliarsi una nicchia che si spera possa prosperare quando il mercato auto inevitabilmente tornerà a crescere anche in quel continente. Lexus  in maniera piuttosto sorprendente ha visto le vendite nella regione America Latina, che comprende il Sud America, America Centrale e Caraibi, aumentare del 32 per cento finora quest’anno. I dirigenti di Lexus hanno rivelato che questa è stata la più rapida crescita per il marchio a livello globale nel corso degli ultimi due anni.

Questi numeri impressionanti provengono da appena sette concessionarie in sette grandi città con un fatturato complessivo stimato in circa 2.100 veicoli entro la fine dell’anno. La quota di mercato regionale di Lexus nel segmento del lusso è cresciuta al 2,9 per cento quest’anno dal 1,9 per cento del 2015. “Non si tratta ovviamente di numeri enormi”, ha detto Jaycie Dane, direttore generale per Lexus in America Latina e Caraibi, a margine del salone dell’auto di San Paolo del mese scorso. “Vogliamo trasformare Lexus come il marchio n ° 1 per l’esperienza del cliente. Lexus ha un unico concessionario nelle principali città del Brasile, Cile, Perù, Bolivia e Costa Rica. I temporary store presenti a Panama e in Repubblica Dominicana entro la metà del 2017 diventeranno vere e proprie concessionarie.

Le vendite di Lexus sono una piccola frazione di quelle dei leader di mercato come Mercedes-Benz, BMW e Audi, tutte dotate di fabbriche in Brasile, che consentano loro di evitare un tariffario di importazione del 35 per cento sui modelli chiave. Anche Jaguar Land Rover ha aperto lì un impianto nel 2016. Il Brasile del resto è di gran lunga la più grande economia della regione, che non include il Messico considerato per il settore auto parte del Nord America. Dane, un americano che ha ricoperto diverse posizioni di vendita con la Toyota negli Stati Uniti, ha detto che Lexus è competitivo sui modelli di base, anche se tutti i suoi veicoli provengono dal Giappone e devono pagare la tassa di importazione in Brasile. 

Leggi anche: Toyota Corolla: la casa nipponica investirà 600 milioni per un motore in Brasile

Lexus LC 500 Hybrid
Lexus LC 500 Hybrid

Leggi anche: Peugeot investirà 320 milioni di dollari per fare pick up in Argentina

Il crossover NX, che è stato introdotto nella regione nel 2015, è diventato rapidamente il modello più popolare del marchio in America Latina. “Abbiamo intenzione di crescere”, ha dichiarato Dane. “In Perù abbiamo appena aperto una seconda concessionaria, e in Cile  stiamo valutando di aprire un secondo negozio, anche in Brasile, stiamo  passando da un unico concessionario a 10 concessionarie il prossimo anno.”

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!

 

Looks like you have blocked notifications!