Questo sito fa parte di NotizieOra network

LotusNews Auto

Lotus descrive l’aerodinamica della nuova Evija

Nuova Lotus Evja: la casa inglese descrive l’aerodinamica della sua nuova hypercar

Lotus Evija

La nuova Lotus Evija mostra le capacità del marchio britannico, con il quale entra in una delle categorie più prestigiose sul mercato, quella dell’hypercar. È il primo modello elettrico con specifiche davvero brutali: i suoi quattro motori sviluppano e producono una potenza massima di 2000 CV, che richiede un’aerodinamica all’altezza. E lo specialista dell’aerodinamica della Lotus, Richard Hill, si prende un momento per spiegare la tecnica impiantata che non lascia spazio all’immaginazione su questa prima Lotus a trazione integrale. Hill ammette che il design dell’Evija non è un prodigio, ma ciò di cui è convinto è che non esiste un modello sul mercato con un’aerodinamica così studiata con precisione.

Nuova Lotus Evja: la casa inglese descrive l’aerodinamica della sua nuova hypercar

I designer hanno dato al corpo dell’ipercar di Lotus la forma dell’ala invertita, quindi il flusso d’aria rimane basso e piatto e viaggia attraverso il corpo per uscire dalla parte posteriore in una posizione più alta. Inoltre, Hill sottolinea che la parte frontale dell’Evija “ingoia” l’aria, trasformando ogni chilogrammo in forza aerodinamica ed espellendola.

Questo è più o meno perché, più in dettaglio, l’Evija ha tre elementi chiave: lo splitter anteriore, i tubi Venturi e lo spoiler posteriore. Il primo è diviso in tre parti, in modo che la parte centrale sia quella che dirige l’aria verso i condotti di raffreddamento della batteria , bilanciando la differenza di pressione sopra e sotto il corpo, generando il carico aerodinamico.

L’ingegnere continua con il secondo elemento, i grandi ugelli posteriori, i tubi Venturi, le soluzioni di Formula 1 applicate alla strada. Questi riducono la resistenza aerodinamica della parte posteriore del corpo. Lo spoiler posteriore è il terzo elemento chiave di questa equazione, che è responsabile della riduzione della resistenza scomparendo o aumentando e aumentando il carico sull’assale posteriore quando necessario.

Ti potrebbe interessare: Lotus rivela nuovi dettagli della sua futura auto sportiva ibrida V6