in

Lucid Motors annuncia la fusione per diventare pubblica

Lucid Motors
Lucid Motors

La start-up di auto elettriche Lucid Motors ha annunciato la sua intenzione di diventare pubblica tramite una fusione, confermando le voci di gennaio. A tal fine, Lucid si fonde con la società di investimento quotata Churchill Capital IV (CCIV).

L’IPO, che dovrebbe essere completata nel secondo trimestre del 2021, dovrebbe raccogliere 4,4 miliardi di dollari (circa 3,6 miliardi di euro) di nuovo capitale per la società, secondo l’annuncio. Si prevede una valutazione complessiva di circa 24 miliardi di dollari; l’equivalente di circa 19,7 miliardi di euro al cambio attuale.

L’accordo stesso si compone di due parti: poiché CCIV aveva raccolto “solo” 2,1 miliardi di dollari nella sua IPO, la società ha troppo pochi soldi per acquistare Lucid – ma questo è ciò che CCIV deve fare se la società risultante dalla fusione vuole rimanere quotata. Pertanto, gli investitori esistenti di Lucid stanno inizialmente investendo 2,5 miliardi di dollari in CCIV in modo che l’azienda possa utilizzare questo capitale per rilevare Lucid.

C’erano già state voci su un’IPO attraverso una fusione a gennaio . All’epoca, Bloomberg nominò Churchill Capital come il partner più probabile per la fusione. Churchill è una SPAC dell’ex manager di Citigroup Michael Klein. Le SPAC sono società di investimento costituite proprio allo scopo di fondersi con un’altra società, da qui il termine “società di acquisizione speciale” (SPAC). Con un tale accordo SPAC, le procedure altrimenti usuali di una propria IPO possono essere enormemente accelerate in caso di fusione, poiché la SPAC è già quotata in borsa. Negli Stati Uniti, un’IPO classica può richiedere fino a due anni.

Il team di gestione intorno al fondatore, CEO e CTO di Lucid Peter Rawlinson continuerà a guidare l’azienda dopo la fusione. L’annuncio afferma semplicemente che “il team di leadership e il gruppo di partner operativi di Churchill faciliteranno attivamente presentazioni e relazioni chiave e forniranno informazioni su prodotti, design e settore”.

“Lucid sta diventando pubblica per accelerare la prossima fase della nostra crescita mentre lavoriamo verso il lancio della nostra nuova berlina di lusso elettrica pura, Lucid Air, nel 2021, seguita dal nostro SUV di lusso Gravity performance nel 2023″, ha detto Rawlinson, secondo il rilascio. È evidente che Rawlinson sta parlando solo del lancio sul mercato dell’Air nel 2021; quando l’auto è stata presentata nel settembre 2020 , si parlava ancora in modo specifico del secondo trimestre.

Secondo lui, i proventi dell’IPO confluiranno nell’espansione dello stabilimento in Arizona, che verrà ampliato in tre fasi nei prossimi anni. Rawlinson menziona una capacità fino a 365.000 unità all’anno. “Infine, questa transazione consente ulteriormente la realizzazione della nostra visione di fornire le tecnologie EV avanzate di Lucid a terze parti come altri produttori automobilistici, nonché di offrire soluzioni di accumulo di energia nei segmenti residenziale, commerciale e dei servizi”, aggiunge Rawlinson.

Ti potrebbe interessare: Lucid Air sarà presentato il 9 settembre

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!