Maserati
Maserati
in

Maserati: nuovo richiamo per alcune unità di Ghibli e Quattroporte

All’inizio di questo mese Maserati era stata protagonista di un richiamo che aveva coinvolto circa 40 mila modelli in tutto il mondo per un problema al cablaggio della regolazione elettrica dei sedili anteriori che a causa di un problema poteva dare origine ad un corto circuito con possibilità di incendio. Il richiamo aveva interessato modelli quali Ghibli, Levante e Quattroporte. Nelle scorse ore la casa automobilistica del Tridente che fa parte del gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles è protagonista di un nuovo richiamo che questa volta riguarda 329 unità di Ghibli e Quattroporte in Australia e 48 in Nuova Zelanda. 

In questo caso il problema che affligge le auto di Maserati prodotte tutte nel 2014 riguarda un cattivo funzionamento della modalità Park che è quella che l’auto imposta automaticamente quando parcheggiando l’auto si apre lo sportello del guidatore. A causa di un cattivo funzionamento in questi esemplari di Maserati Ghibli e Quattroporte prodotti nel 2014 e venduti in Oceania questa funzione potrebbe non attivarsi. Questo ovviamente potrebbe causare dei pericoli per conducente e passeggeri e danni a cose e persone. Questo soprattutto nel caso in cui l’auto venga parcheggiata in una strada piuttosto ripida.

Maserati
Maserati protagonista di un nuovo richiamo che riguarda alcuni esemplari dei suoi celebri modelli Ghibli e Quattroporte

Leggi anche: Maserati: Sergio Marchionne annuncia nuovo modello per la fine del 2018

Nei prossimi giorni Maserati darà comunicazioni più precise ai proprietari delle auto coinvolte e anche ai concessionari che dovranno effettuare le riparazioni a titolo gratuito. Al momento non sappiamo se vi sono stati incidenti e feriti a causa di questo problema. Vi aggiorneremo naturalmente qualora dovessero arrivare novità importanti su questo nuovo richiamo che riguarda le celebri vetture della casa automobilistica del Tridente che fa parte del gruppo italo americano guidato da Sergio Marchionne: Fiat Chrysler Automobiles. 

Looks like you have blocked notifications!