in ,

Mazda cerca finanziamenti per superare la crisi del coronavirus

Mazda
Mazda

Mazda ha richiesto una serie di prestiti per ottenere finanziamenti che toccheranno la barriera di 3 miliardi di euro e saranno quindi in grado di affrontare la crisi causata dalla pandemia di coronavirus COVID-19. Mazda, come altre case automobilistiche, ha visto scendere i livelli di produzione e vendita dei veicoli. La casa giapponese ha richiesto prestiti per un importo di circa 2,8 miliardi di euro. SI tratta di un importo molto rilevante richiesto alle tre  maggiori banche giapponesi e ad altri finanziatori. L’obiettivo di questa rapida ricerca di finanziamenti non è altro che superare la situazione causata dal coronavirus.

Mazda ha richiesto una serie di prestiti per ottenere finanziamenti che toccheranno la barriera di 3 miliardi di euro

La crisi sanitaria causata dalla pandemia di coronavirus COVID-19 porterà direttamente a una crisi economica globale. Qualcosa di totalmente imprevisto. Conosciuto come “cigno nero” nel mondo dell’economia. Le marche di automobili non avrebbero potuto mai pensare ad una simile situazione e per questo devono lavorare per prepararsi per quello che li aspetta.

Lo scorso fine settimana questa informazione è trapelata dalla terra del sol levante. Una fonte vicina al team che gestisce queste operazioni, che sarà fondamentale nel futuro di Mazda, ha sottolineato dettagli molto importanti sulla richiesta di finanziamento. Al momento il marchio non ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito a tali rapporti. Le banche a cui Mazda si è rivolta sono: Mitsubishi UFJ Financial Group, Sumitomo Mitsui Financial Group, Mizuho Financial Group, Japan Development Bank e Sumitomo Mitsui Trust Holdings.

Alcuni di questi prestiti sono già stati estesi e altri hanno ricevuto il via libera. Pertanto, tutto indica che Mazda non avrà problemi a ottenere questo finanziamento, che considerano cruciale per affrontare i problemi che si stanno già profilando all’orizzonte. “Turbolenze” che influenzeranno sia le cifre delle vendite che i volumi di produzione. A livello globale, le case automobilistiche hanno dovuto interrompere temporaneamente le loro attività industriali e commerciali per impedire la diffusione del virus. Logicamente, tutte le previsioni con cui è iniziato il 2020 sono storia e le aziende hanno dovuto ripensare i loro obiettivi di vendita e anche l’agenda per la presentazione di nuovi modelli.

Ti potrebbe interessare: Mazda presenta un nuovo importante brevetto

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!