in

Mazda: la nuova tecnologia di ibrido leggero potrebbe salvare la Miata

Scoperto un nuovo brevetto di Mazda

Brevetto elettrificazione Mazda

La Mazda MX-5 Miata è una delle auto più amate nel mondo automobilistico. Si tratta di un’auto lenta e piccola, ma questi inconvenienti sono parte del motivo per cui le persone la adorano. Le sue dimensioni la rendono facile da posizionare e ti libera da funzioni inutili e pesanti. La sua mancanza di potenza significa che devi lavorare di più con il cambio per avere un motore un po’ più vivo. Ciò la rende estremamente divertente. Per fortuna, sembra che manterrà le distanze dalla piena elettrificazione, probabilmente utilizzando la tecnologia Skyactiv-X per ridurre le emissioni. Tuttavia, ciò non significa che non sarà resa ibrida. Un nuovo brevetto suggerisce che Mazda sta facendo del suo meglio per garantire che l’aggiunta di una lieve elettrificazione non influisca gravemente sulla manovrabilità.

Seconda vita alla Mazda Miata?

Nella documentazione depositata presso l’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (USPTO) nel marzo 2019 e pubblicata nel dicembre dello scorso anno, Mazda prevede un pacco batteria relativamente piccolo. Mazda vede i pacchi batteria di grandi dimensioni e l’elettrificazione su vasta scala come “un circolo vizioso” di aggiungere più potenza per far fronte a più peso. Ciò chiaramente richiede batterie più grandi.

Quindi, invece di una grande batteria, il brevetto di Mazda descrive in dettaglio un gruppo di condensatori (questi sembrano essere fondamentali per i futuri piani EV di Mazda) e due motori elettrici su ruote da 17 kilowatt ciascuno. Viene mostrato anche un motore elettrico da 25 kW sulla trasmissione. Il pacco batteria da 3,5 kWh verrebbe montato da qualche parte nel mezzo dell’auto e il motore anteriore invierebbe potenza alle ruote posteriori mentre le anteriori sarebbero alimentate da quei motori elettrici, garantendo così la trazione integrale.

Se questo è davvero per la prossima generazione di Miata che sostituirà l’attuale modello, allora segnerebbe un cambiamento radicale per come deve comportarsi la Miata. il brevetto fa più volte riferimento al risparmio di peso e spazio il più possibile e i supercondensatori sono veloci nel caricare e scaricare energia. Tuttavia parte del motivo per cui la Miata è sopravvissuta così a lungo è la sua semplicità e natura divertente.

Questa tecnologia si adatterebbe ed è molto più probabile nell’imminente arrivo del SUV di Mazda. I suoi motori più puliti possibili devono essere abbinati ai sistemi ibridi più leggeri possibili. In questo modo è possibile realizzare auto familiari divertenti da guidare, capaci ed economiche.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!