in

Mercedes EQXX: l’elettrica con 1000 chilometri di autonomia al CES 2022

Mercedes ha presentato la sua nuova auto elettrica con un’autonomia incredibile

Mercedes EQXX laterale

Secondo Mercedes, l’autonomia e l’efficienza definiranno l’era elettrica. I tedeschi sembrano avere ragione, poiché i lettori di solito affermano che l’autonomia e l’alto costo di una batteria sostitutiva sono le loro preoccupazioni principali. Mercedes afferma di essere in testa, a seguito di un test dell’EQS 450+, che ha percorso 700 chilometri con una singola carica. Vale, tuttavia, la pena ricordare che la Lucid Air Dream Edition può percorrere 800 chilometri. Tuttavia, la produzione di quel particolare modello sarà limitata a sole 520 unità e perciò non è una soluzione da poter prendere in considerazione. La casa tedesca guarda avanti, con una nuova vettura progettata da zero. Si chiama Mercedes EQXX e ha un coefficiente di resistenza di 0,17 e un’autonomia dichiarata di oltre 1.000 km.

Con la Vision EQXX, Mercedes-Benz ha fissato la sua missione di fare il prossimo passo in termini di efficienza, abbattendo le barriere tecnologiche. Per fare ciò, gli ingegneri sono tornati al tavolo da disegno e hanno rifatto tutto. Hanno aperto un veicolo elettrico fino alle fondamenta e ridisegnato qualcosa di nuovo da zero. 

La Mercedes EQXX vanta una struttura bionica leggera, una carrozzeria estremamente aerodinamica e un sistema di gestione termica intelligente. Tutti questi dettagli si sommano per creare il veicolo elettrico più efficiente di sempre.

Mercedes EQXX: l’efficienza del motore raggiunge il 95%

Innanzitutto, inizieremo con il powertrain elettrico. Ha una potenza di 150 kW, ma non è la cosa più impressionante. Ha il 95% di efficienza, una caratteristica sconosciuta nel mondo automobilistico. Un’auto con motore a combustione estremamente efficiente raggiunge il 30%, con la maggior parte dell’energia latente nel gas che sparisce prima che arrivi alle ruote. Nell’EQXX, il 95% dell’energia della batteria raggiunge le ruote.

Il propulsore elettrico si basa su quello che verrà utilizzato nella prossima hypercar Mercedes-AMG One. È costituito da un motore elettrico, una trasmissione e una nuova generazione di carburi di silicio. Piuttosto che costruire una batteria più grande per aumentare l’autonomia, Mercedes si è rivolta al suo reparto ad alte prestazioni, specializzato nella costruzione dei motori in Formula 1. Questo reparto ha sviluppato un pacco batteria completamente nuovo con una densità di energia di 400 Wh/L. È questo progresso nella tecnologia delle batterie che ha reso possibile inserire 100 kWh in un’auto compatta come la Vision EQXX.

Un altro concetto entusiasmante si chiama OneBox. È essenzialmente un compartimento separato per tutti i componenti elettrici ed elettronici. Non solo è più leggero, più sicuro e più facile da rimuovere, ma è anche dotato della tecnologia acquisita dal team di F1. OneBox ha permesso agli ingegneri di spingere il voltaggio fino a 900 V ed è coperto da un coperchio leggero. Quest’ultimo è realizzato con scarti di canna da zucchero rinforzato con fibra di carbonio, come sulle vetture di F1.

La batteria viene fornita di serie con il bilanciamento attivo delle celle. Invece di scaricare i vari moduli uno alla volta, l’auto preleva energia in modo uniforme dalle celle. L’auto utilizza una pompa di calore multi-sorgente per riscaldare sia il veicolo che il pacco batteria. Può assorbire calore dalla batteria per riscaldare l’interno e persino assorbe calore dalla deumidificazione dell’aria umida dell’ambiente.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!