MotoGP
MotoGP
in ,

Misano ospita il primo importante test della MotoGP dopo la crisi COVID-19

I primi test privati ​​di KTM o Aprilia sono serviti come aperitivo, ma se dobbiamo fissare una data per il ritorno della MotoGP, è senza dubbio questa settimana. Infatti, il circuito di Misano ospita il primo test congiunto della categoria dopo la pandemia di COVID-19. Un test ancora privato, ma in cui i piloti Aprilia, KTM, Ducati e Suzuki si incontreranno in pista. Mentre i primi due marchi avranno i loro piloti di partenza sulle loro moto, Ducati e Suzuki avranno i loro tester solo a causa dei limiti di prova stabiliti dalle normative MotoGP.

MotoGp: il circuito di Misano ospita il primo test congiunto della categoria dopo la pandemia di COVID-19

Con la decisione di Dorna di congelare lo sviluppo dei motori e l’aerodinamica, Ducati e Suzuki non hanno molte novità nelle loro moto. Nonostante tutto, Michele Pirro sarà ai comandi della Ducati GP20 e Sylvain Guintoli della Suzuki GSX-RR per analizzare le prestazioni di alcune piccole parti e le regolazioni nell’elettronica delle loro moto. Un lavoro minimo ma sembra necessario iniziare la stagione 2020 con forza ed essere in grado di resistere a Honda e Yamaha, gli unici due marchi che non saranno presenti in questo test di Misano.

Per Aprilia e KTM sarà un test più importante , oltre al contatto che tutti i presenti avranno con il protocollo COVID-19 imposto da Dorna. Tuttavia, Aprilia e KTM hanno tempo fino al 29 giugno per approvare i loro motori, quindi si prevede che entrambi i marchi faranno gli ultimi ritocchi sulle loro moto. Sebbene KTM abbia annunciato che non intendeva modificare lo sviluppo del suo motore, ad Aprilia lanciano un nuovo motore e questo rappresenta sempre un momento critico. Bradley Smith e Aleix Espargaró gireranno per il team di Noale in questa sessione di test.

Ti potrebbe interessare: MotoGP: anche GP del Giappone 2020 è stato cancellato a causa del coronavirus

Looks like you have blocked notifications!