Questo sito fa parte di NotizieOra network

MotoGPMotorsport

MotoGP: anche GP del Giappone 2020 è stato cancellato a causa del coronavirus

MotoGP: il GP del Giappone del 2020 viene cancellato a causa del coronavirus

MotoGP

Le cattive notizie continuano per gli appassionati di motociclismo: anche se le ultime informazioni non ritarderanno l’inizio della Coppa del Mondo, la verità è che l’Oriente ha appena perso un altro dei grandi eventi della MotoGP: il GP del Giappone del 2020 viene cancellato a causa del coronavirus. L’iconico layout Twin Ring Motegi del Giappone è in calendario dal 1999 e FIM, IRTA e Dorna Sports, che hanno annunciato la notizia in una dichiarazione ufficiale, sperano di tornarvi nel 2021. Quella è anche la “casa” dei grandi produttori di motocicli e motori MotoGP – Honda, Yamaha e Suzuki – e uno dei circuiti più importanti per tutti e tre in termini di immagine nazionale e internazionale, nonché per le tue azioni di marketing.

MotoGP: il GP del Giappone del 2020 viene cancellato a causa del coronavirus

Kaoru Tanaka, presidente della Mobilityland Corporation, ha osservato in un comunicato stampa che “Mobilityland si sta preparando per il Gran Premio del Giappone di quest’anno. Tuttavia, le situazioni in Giappone e in Europa sono imprevedibili e il divieto dovrebbe essere esteso ai viaggi internazionali “, riferisce EFE.

La cancellazione del MotoGP del Giappone del 2020 a causa del coronavirus rappresenta una nuova doccia di acqua fredda per fan, organizzatori, squadre e piloti, dopo che sono venuti meno – per rinvio indefinito o cancellazione definitiva – il Gran Premio del Qatar (dove il corso doveva iniziare l’8 marzo), Tailandia, Americhe, Argentina, Spagna (Jerez), Francia, Italia, Catalogna (Barcellona), Germania, Paesi Bassi, Finlandia, Gran Bretagna e Australia.

Tuttavia, al momento in cui queste linee sono state scritte, e sebbene il mondo sia ancora in attesa dell’evoluzione della pandemia di coronavirus , la stagione 2020 di MotoGP , Moto2 e Moto3 dovrebbe iniziare il 7 agosto con il GP della Repubblica Ceco, sul circuito di Brno. 

Ti potrebbe interessare: La MotoGP consente a KTM e Aprilia di sviluppare i propri motori fino a giugno