in

MotoGP di Aragon: Fabio Quartararo affronta la sua pista peggiore

Fabio Quartararo affronta quella che probabilmente è la sua peggior pista in calendario ad Aragon questo fine settimana

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo

Il leader della MotoGP Fabio Quartararo affronta quella che probabilmente è la sua peggior pista in calendario ad Aragon questo fine settimana. Il giovane francese, che con la quinta vittoria stagionale a Silverstone ha portato il suo vantaggio iridato a 65 punti su Joan Mir della Suzuki , non ha mai concluso meglio del quinto sul circuito spagnolo durante le sue apparizioni nelle classi Moto3, Moto2 e MotoGP.

La situazione sembrava destinata a cambiare la scorsa stagione, quando Quartararo si è qualificato in pole position per l’evento di apertura di Aragon, solo per scendere al 18° posto in gara. Il weekend successivo ha visto l’allora pilota Petronas Yamaha scendere dalla sesta in griglia all’ottavo.

“Aragon è probabilmente la peggior pista del calendario, non per la Yamaha ma per me”, ha ammesso Quartararo, il primo pilota Yamaha a raggiungere cinque vittorie in una sola stagione da Jorge Lorenzo nel 2015. “Sono stato veloce lì prima – ho ottenuto la pole position l’anno scorso – ma non sono mai stato veramente coerente. “Quindi sarebbe un’ottima cosa da sistemare. Voglio imparare su quella pista ed essere coerente anche lì”.

“Sappiamo che questa è una pista che non gioca sui punti di forza della nostra moto”, ha aggiunto il direttore del team Massimo Meregalli. “Detto questo, nemmeno il circuito di Spielberg lo fa, e il ritmo di Fabio era ancora abbastanza competitivo da poter lottare per il podio lì. “Una cosa è certa, siamo impegnati al 100% a lottare per le prime posizioni. Senza dubbio sarà un lavoro duro, ma siamo pronti per la sfida”.

Al fianco di Quartararo per quella che dovrebbe essere la seconda e ultima volta in questa stagione ci sarà il collaudatore Cal Crutchlow, che sta riempiendo il vuoto lasciato dalla partenza a metà stagione di Maverick Vinales fino a quando Franco Morbidelli non sarà pronto a prendere il comando.

Il britannico ha fatto undici precedenti esperienze ad Aragon, con un miglior risultato del terzo posto per Ducati nel 2014 ed è finito nella top ten in tutte le occasioni tranne tre. “Mi è piaciuto il GP di Silverstone con il Monster Energy Yamaha MotoGP Team. Nel complesso, ho sentito che abbiamo fatto un buon lavoro e non vedo l’ora di fare più giri a bordo della Factory YZR-M1, questa volta ad Aragon”, ha detto Crutchlow.

Ti potrebbe interessare: Quartararo: prendere il posto di Rossi in MotoGP in Yamaha una “grande responsabilità”

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!