tesla model y
in ,

Musk si scaglia contro la burocrazia tedesca che frena Tesla

Il target teorico è sfornare fino a 500.000 unità annue in terra di Germania, a partire dalla Model Y

Negli Stati Uniti, hai un’idea vincente, fai un progetto e realizzi il tuo sogno; in Europa, la burocrazia è un ostacolo spesso insormontabile: lo sa bene Elon Musk, numero uno di Tesla, che adesso si scaglia contro l’apparato amministrativo della Germania, dove la sua Gigafactory per produrre batterie tarda a nascere.

Prima, gli ecologisti e gli ambientalisti che si sono messi di traverso, facendo muro rispetto alle esigenze della Casa californiana. Adesso, la burocrazia teutonica, specchio dei lacciuoli e dei cavilli di tutta l’Unione europea, Italia ovviamente inclusa. Così, durante una visita al cantiere tedesco dove sorgerà la Giga Berlin, l’imprenditore sudafricano si è sfogato. Bisogna dargli un merito: quando parla, sforna contenuti incisivi. Pochi concetti e chiari.

Per la burocrazia teutonica, questa l’accusa del vulcanico Elon, si rallenta il processo di avvio della produzione, che potrebbe iniziare entro la fine del 2021. Viene da porsi un quesito: gli uomini che hanno avviato progetti interessanti in America, spesso partendo da un garage e quattro spiccioli, avrebbero sfondato anche in Europa? La vicenda Tesla in merito è esemplare per farsi un’idea.

tesla model y

Tesla Model Y in Europa: quale destino

Eppure Elon insiste: la Tesla Giga Berlin, primo stabilimento europeo della società di Palo Alto, serve come l’ossigeno. Un avamposto nel Vecchio Continente, per fare da contraltare alle ambizioni della Cina, che divora le miniere di litio e cobalto in Africa, con l’obiettivo di monopolizzare la produzione di batterie per auto elettriche. Lì dove il colosso cinese è debole (gli manca il petrolio, dipendendo da nazioni estere), ecco la soluzione: divenire l’imperatore della batteria per macchine a pila. Fra gli oppositori, Musk.

Il target teorico è sfornare fino a 500.000 unità annue in terra di Germania, a partire dalla Model Y (vedi foto), impiegando 12.000 persone. Una manna dal cielo in un’epoca in cui la disoccupazione è uno psicodramma sociale. 

La definizione “ritardo causa burocrazia” è, per gli yankees, una bestemmia. A ragione. E anche l’impossibilità di disegnare prospetti precisi rappresenta una blasfemia: “È per me arduo prevedere quando inizierà la produzione”, ha detto molto amareggiato e sconsolato Musk. Puoi fare le auto solo quando tutti i pezzi sono sul posto, ha proseguito. Concludendo così: “Ci dovrebbe essere una sorta di processo attivo per la rimozione delle regole. Per evitare paralisi”. Utopia per l’Ue, Italia compresa.

Looks like you have blocked notifications!