in

Nissan: dopo il Giappone nuove accuse arrivano dagli USA

Nuovi guai in arrivo dagli Stati Uniti per la celebre casa automobilistica nipponica

Nissan

Nissan affronta un’inchiesta della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti in seguito all’accusa da parte dell’industria automobilistica in Giappone per presunta divulgazione di false informazioni nelle sue relazioni annuali sui titoli relative al risarcimento dovuto all’ex presidente Carlos Ghosn. Il portavoce della società nipponica Nicholas Maxfield ha confermato l’inchiesta SEC nelle scorse ore e ha detto che la casa automobilistica giapponese stava collaborando. La società non ha potuto fornire ulteriori dettagli, ha detto Maxfield. Bloomberg News ha riferito in precedenza che il controllore finanziario americano sta indagando se Nissan ha correttamente divulgato la sua retribuzione esecutiva negli Stati Uniti. La società nipponica affronta due accuse in Giappone per presunta violazione della Financial Instruments and Exchange Act del paese per la sottostima del compenso differito a Ghosn.

Anche in USA si aprono indagini nei confronti di Nissan dopo lo scandalo scoppiato in USA

Le accuse costituiscono la spina dorsale delle indagini da cui è scaturito l’arresto di Ghosn all’aeroporto di Tokyo Haneda il 19 novembre scorso e la sua eventuale estromissione come presidente di non solo Nissan ma anche Mitsubishi e Renault. Anche Greg Kelly, il direttore americano Nissan, è accusato di aver aiutato Ghosn a nascondere gli illeciti. Entrambi gli uomini professano la loro innocenza. Ma se condannati, dovranno affrontare fino a 10 anni di carcere. Nissan si trova di fronte a una potenziale multa.

La rivelazione di un’indagine statunitense si aggiunge ai grattacapi di Nissan mentre il produttore automobilistico giapponese subisce una revisione radicale del governo societario e cerca di smorzare le tensioni con la casa automobilistica francese Renault, che detiene una quota di controllo del 43,4 per cento nel suo partner giapponese. L’inchiesta della SEC è incentrata sull’eventualità che gli errori di Nissan nel riferire sulla sua retribuzione esecutiva abbiano violato la legge statunitense sui titoli azionari, ha riferito Bloomberg, citando diverse persone che hanno familiarità con la questione.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!