in

Nuove wallbox e stazioni di ricarica furbe

Con un’app dedicata, è possibile gestire anche da remoto la ricarica del veicolo elettrico: novità BTicino per wallbox

wallbox Ricarica elettrica BTicino

Cosa si chiede per fare il pieno di corrente in modo semplice? Wallbox e stazioni di ricarica furbe. BTicino presenta quindi le nuove stazioni di ricarica Green’Up. Sono, promette l’azienda, sicure e resistenti. Integrano funzioni innovative come la possibilità di controllare e gestire a distanza la ricarica elettrica del proprio veicolo. Attraverso lo smartphone, il tablet o il pc. Utilizzando l’applicazione dedicata EV Charge. Sono adatte a tutti gli ambienti, da quelli residenziali, alle aziende e ai luoghi pubblici del terziario.

 Le colonnine Green’Up Premium rappresentano una nuova soluzione per la ricarica di auto elettriche. E sono state pensate per essere installate a pavimento o a parete in ambienti all’aperto. Sono resistenti agli urti e alle intemperie, smart e totalmente comunicanti. E aperte nei confronti di applicazioni di terze parti (protocollo OCPP). Il sistema di identificazione per lettore di badge RFID (opzionale), incorporato nel terminale, permette l’attivazione delle prese.

 Per Paolo Gaboli Direttore Marketing Bticino, controllare il consumo di energia e gestire la ricarica dell’auto elettrica, anche da remoto, direttamente da smartphone, tablet o pc, è il vero valore aggiunto. Al centro della svolta ecologica legata al trasporto privato a zero emissioni ci sono i dispositivi con i quali ricaricare le batterie delle vetture elettriche in casa.

wallbox 2 Stazione di ricarica

Wallbox comode per fare in fretta e risparmiare

 I tempi del pieno? Green’Up Premium è adatta a qualunque modello di veicolo elettrico e garantisce tempi di ricarica ridotti (da 1h fino a 30 min in trifase). 

Grazie all’app, è possibile programmare l’orario in cui avviare la ricarica del veicolo (con le tariffe orarie dell’energia più economiche), abbassare la potenza (A o kW) erogabile dal dispositivo. E verificare costantemente lo stato dell’impianto elettrico e risolverne in modo rapido i problemi. 

Per le nuove stazioni la protezione è infatti assicurata da interruttori magnetotermici-differenziali di tipo F. Che consentono anche di ridurre i costi dovuti ai differenziali di tipo B precedentemente necessari.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!