in

Opel Astra: il comfort dei nuovi sedili

Ecco come sono realizzati i sedili della nuova Opel Astra

Sedili Opel Astra

Opel sviluppa e produce automobili dal 1899 e, fin dal primo giorno, lo slogan del marchio è stato “Democratizzare tecnologie di vertice e renderle accessibili a tutti”. Nel corso degli anni, Opel ha introdotto numerosi progressi tecnici, mettendoli a disposizione del grande pubblico. Il comfort di guidatore e passeggeri è sempre stato una priorità. Dopo tutto chi utilizza l’auto vuole soprattutto una cosa: viaggiare in modo comodo e rilassante.

In questo i sedili svolgono un ruolo fondamentale. Di conseguenza Opel si è concentrata fin da subito sul loro sviluppo, con la consapevolezza che sedili dalla forma ergonomica aumentano il comfort e la sicurezza, due aspetti ai primi posti in ogni progetto del costruttore tedesco fin dalla presentazione delle prime automobili.

La Opel “Patentmotorwagen” del 1899, tanto per fare un esempio, montava già i sedili in pelle. La regolazione longitudinale del sedile è stata introdotta nel 1931, la regolazione in altezza sulle Opel Monza e Senator verso la fine degli anni Settanta del secolo scorso e il sistema di sedute Flex7 sulla prima Opel Zafira 23 anni fa. Nel 2003 apparve per la prima volta su una Opel il primo sedile ergonomico certificato dagli esperti di ergonomia dell’associazione indipendente AGR. Oggi, è possibile ordinare le nuove Opel Astra, Opel Crossland, Opel Insignia e Opel Grandland con questi sedili ergonomici, ulteriormente sviluppati.

I sedili della Opel Astra

Per creare un tipico sedile Opel, gli ingegneri iniziano dalla struttura. I componenti che vi vengono successivamente adattati, come le schiume e i rivestimenti, conferiscono al sedile la forma e il carattere tipici. Le schiume poliuretaniche possono essere modellate individualmente per i diversi tipi di clienti, da chi preferisce avere una seduta tipo poltrona a chi la vuole un po’ più comoda o dall’aspetto più sportivo.

Lo sviluppo di un sedile richiede circa tre anni. L’efficienza dei sedili è fondamentale. Una volta progettato il sedile, inizia la fase di test. Gli specialisti testano i sedili il prima possibile: si tratta di uomini e donne che accompagnano l’intero processo di sviluppo. Quando si progetta un nuovo sedile, nel lavoro confluisce anche il feedback precedentemente ricevuto dai clienti.
I sedili devono inoltre rispettare i requisiti di sicurezza previsti dalla legge. Se, per esempio, si attivano gli airbag laterali, il tessuto o la copertura del sedile deve aprirsi correttamente. Ovviamente in caso di incidente il sedile non deve deformarsi.

Questa tradizione prosegue con la nuova Opel Astra. I sedili anteriori con marchio AGR sono posizionati 12 mm più in basso rispetto al modello precedente, per sottolineare la sensazione di guida “sportiva”. I sedili garantiscono sempre una posizione corretta e la densità della schiuma è ottimizzata in base ai profili “Sport” o “Comfort”. I sedili anteriori AGR della nuova Astra sono i migliori della categoria delle compatte e si distinguono per l’elevato numero di regolazioni in opzione, dall’inclinazione elettrica dello schienale al sostegno lombare elettropneumatico. Nella versione in pelle Nappa, offrono anche le funzioni di ventilazione e massaggio lato guidatore e passeggero anteriore, oltre alla funzione memory per il sedile lato guidatore. Il riscaldamento dei sedili anteriori e posteriori esterni è disponibile su richiesta in base all’allestimento. Sono disponibili anche sedili rivestiti di elegante Alcantara.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!