Questo sito fa parte di NotizieOra network

MotoGPMotorsport

Pol Espargaro alla Honda? La moto si adatterebbe bene al suo stile

Pol Espargaro ha respinto le voci secondo cui potrebbe interessare alla Honda ma ammette che la moto si adatterebbe bene al suo stile

Pol Espargaró

Pol Espargaro ha provvisoriamente respinto le voci secondo cui potrebbe essere entrato nel mirino della Honda per un passaggio al produttore in futuro, ma ammette che pensa che la moto “aggressiva” possa essere adattata al suo stile di guida. Con la griglia della MotoGP del 2021 che si sta lentamente riempiendo dopo la conferma della formazione piloti Yamaha e Suzuki per le prossime due stagioni – insieme a Marc Marquez che rinnoverà per altri quattro anni – ci sono solo una manciata di posti a disposizione.

Pol Espargaro ha respinto le voci secondo cui potrebbe interessare alla Honda ma ammette che la moto si adatterebbe bene al suo stile

Tuttavia, è il posto ancora vuoto accanto a Marquez che è stato oggetto di alcune speculazioni negli ambienti dei media spagnoli. Per ora, la posizione è ricoperta dal debuttante della MotoGP Alex Marquez con un contratto di un anno e rimane il favorito per essere mantenuto alla luce della sua prima stagione interrotta dalla pausa indotta dal coronavirus.

Tuttavia, alcuni hanno identificato Pol Espargaro come un potenziale obiettivo in futuro, rafforzando la sua reputazione grazie alla sua collaborazione nel trasformare i nuovi arrivati ​​KTM in dieci principali contendenti entro tre anni. Parlando con DAZN, mentre Espargaro rimane impegnato nel progetto KTM per ora, ammette di pensare di poter fare bene con la famigerata complicata Honda RC213V. “Alla fine è tutto un pettegolezzo in questo momento”, insiste. “Forse salirò sulla KTM ora e i risultati saranno incredibili e non li lascerei per tutto l’oro del mondo.

“La Honda è una moto piuttosto aggressiva, che potrei adattare abbastanza bene al mio stile di guida. Penso che Marc e io guidiamo in modo simile, con il peso davvero fuori dallamoto. Ciò aiuta la moto, anche se lo sterzo si muove o si chiude, è possibile evitare cadute. Abbiamo stili di guida abbastanza simili. ” Pol Espargaro continua dicendo che – come con tutti i motociclisti – sogna di avere una moto in grado di lottare per un campionato mondiale MotoGP dopo il suo titolo mondiale in Moto2 nel 2013.

“Tutti i piloti in griglia, dal primo all’ultimo – e chi dice di no, è un bugiardo – sogna di essere campione del mondo e sono lì per migliorare la loro situazione, ottenere una moto migliore e lottare per titolo. È la mia unica ossessione. Mi alleno tutti i giorni, non per vincere le gare ma per vincere la MotoGP, il titolo mondiale. Dopo tutto quello che ho dato, credo di meritarlo e credo di aver lavorato abbastanza per ottenerlo, ed è per questo che continuo a combattere.”

Ti potrebbe interessare: Marc Márquez propone di congelare i contratti della MotoGP fino al 2021