in

Rock Tech costruirà la prima fabbrica di litio d’Europa in Germania

Rock Tech Lithium ha annunciato la costruzione della prima fabbrica di batterie all’idrossido di litio in Europa

auto elettriche
auto elettriche

Rock Tech Lithium ha annunciato la costruzione della prima fabbrica di batterie all’idrossido di litio in Europa. Nello specifico, sarà situato a Guben, nel Brandeburgo, una località non casuale poiché dista solo 120 chilometri dal nuovo stabilimento Tesla di Grünheide. La regione del Brandeburgo è destinata a diventare un importante polo dell’industria delle auto elettriche nei prossimi anni.

Rock Tech Lithium sarà uno dei nuovi protagonisti su questo panorama con la realizzazione di un impianto per la produzione di idrossido di litio per batterie per auto elettriche. Il piano è di produrre circa 24.000 tonnellate di idrossido di litio all’anno, sufficienti per circa 500.000 auto elettriche.

Rock Tech Lithium è un’azienda tedesco-canadese che estrae la materia prima anche da alcune miniere che possiede in Ontario (Canada). Nella nuova fabbrica in Germania, affinerà queste risorse minerarie e le renderà pronte per la produzione di celle per batterie agli ioni di litio.

L’azienda investirà 470 milioni di euro in questo nuovo stabilimento, dove creerà 160 posti di lavoro, il cui completamento è previsto per il 2024. L’azienda ha però esplicitamente precisato che la concretizzazione del progetto dipende anche dai sussidi della pubblica amministrazione tedesca.

In una dichiarazione Rock Tech Lithium assicura che stava cercando e deliberando la posizione di questa fabbrica in tutta Europa e ha scelto Guben per la sua “lunga tradizione industriale e le infrastrutture esistenti”. La verità è che il luogo prescelto non è stato scelto alla leggera: la nuova Gigafactory di Tesla a Grünheide è a circa 120 chilometri di distanza e non produrrà solo automobili, ma anche celle per batterie.

E non solo: anche a circa 120 chilometri, questa volta a sud-ovest, si trova la fabbrica di catodi BASF (a Schwarzheide in particolare). Il CEO dell’azienda vuole posizionare Rock Tech prima di tutto come fornitore di litio per l’industria automobilistica, ma, secondo Handelsblatt, sta anche cercando discussioni con specialisti di catodi per altri settori e applicazioni.

Il direttore generale di Rock Tech, Dirk Harbecke, in dichiarazioni a Handelsblatt ha assicurato che “Il Brandeburgo sarà una delle prime regioni in Europa a coprire quasi l’intera catena del valore delle auto elettriche”. Se è vero che il litio per la fabbrica proviene dalla miniera canadese, tutto il resto è coperto: dalla lavorazione delle materie prime alla costruzione delle auto elettriche, al riciclaggio. “Il nostro obiettivo è essere la prima azienda al mondo a creare un circuito chiuso per il litio”.

Entro il 2030, Rock Tech Lithium prevede di reperire circa il 50% delle materie prime dal riciclaggio delle batterie usate. Secondo Harbecke, la domanda [di veicoli elettrici e quindi di batterie] è “gigantesca”, motivo per cui una fabbrica potrebbe non essere all’altezza. Tanto che l’azienda prevede di annunciare la costruzione di cinque stabilimenti in Europa.

Ti potrebbe interessare: Locauto: noleggio auto ecologico per risparmiare 3200 tonnellate di CO2 l’anno

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!