Questo sito fa parte di NotizieOra network

MotoGPMotorsport

Rossi – Petronas: primo contatto questa settimana?

Questa settimana dovrebbero iniziare le trattativa tra Valentino Rossi e Petronas per la permanenza del campione in MotoGP nel 2021

Valentino Rossi

È stato riferito che Valentino Rossi ha quasi completato un accordo per unirsi alla Petronas Yamaha la prossima stagione di MotoGP, inclusa un’ulteriore opzione per il 2022, con pochi dettagli ancora da decidere. Ma è interessante notare che ad oggi si è diffusa la notizia secondo cui i colloqui ufficiali devono ancora svolgersi tra Rossi e la squadra di Sepang. Invece, la squadra malese è stata informata che il primo contatto dovrebbe essere questa settimana, per iniziare la discussione con il nove volte campione del mondo.

Questa settimana dovrebbero iniziare le trattativa tra Valentino Rossi e Petronas per la permanenza del campione in MotoGP nel 2021

Questo non vuol dire che Rossi non abbia già discusso con la Yamaha, che presumibilmente continuerà a pagare la maggior parte del suo stipendio la prossima stagione. Ma le opzioni / scadenze per il 2022, i compiti di pubbliche relazioni, i diritti di immagine, gli sponsor personali e in particolare i suoi meccanici e il capo dell’equipaggio sono tra gli argomenti probabili che devono essere concordati tra Rossi e Sepang. Nessuno di questi dovrebbe in definitiva essere un compromesso e se i colloqui si fermano, allora Yamaha – avendo promesso che The Doctor riceverà “una YZR-M1 di serie e il pieno supporto tecnico Yamaha Motor Co.” se sceglie di correre presumibilmente colmerebbe il divario.

“Manteniamo il posto aperto per lui”, ha detto recentemente il caposquadra di Petronas, Razlan Razali . “Ma dobbiamo davvero capire l’affare. Quali sono le cose da fare e da non fare? Dobbiamo capire cosa vuole.” Rossi, 41 anni, aveva pianificato di prendere una decisione sul suo futuro da corsa dopo aver testato la sua competitività durante le gare di apertura di quest’anno. La Yamaha non poteva aspettare così a lungo e ha fatto firmare l’emergente Fabio Quartararo di Petronas che ha preso il suo posto accanto a Maverick Vinales.  Il ritardo dovuto alla crisi del coronavirus significa che ora l’italiano intende decidere il suo futuro prima dell’apertura prevista per luglio. Ma con un breve campionato di circa dieci gare (su forse cinque-sei circuiti) ora previsto, è sicuro al 99% che Rossi sceglierà di rimanere in MotoGp anche per il 2021.

Ti potrebbe interessare: Il team SRT e Yamaha negoziano il futuro di Valentino Rossi in MotoGP