in

Sainz: “Non mi dispiacerebbe essere il compagno di squadra di Alonso”

Carlos Sainz assicura che non gli dispiacerebbe avere Fernando Alonso come compagno di squadra

Carlos Sainz - Ferrari
Carlos Sainz

Carlos Sainz assicura che non gli dispiacerebbe avere Fernando Alonso come compagno di squadra, anche se allo stesso tempo crede che, essendo in diverse fasi delle rispettive carriere, sarebbe molto difficile renderlo possibile. Alonso era uno degli idoli dell’infanzia di Carlos. Il madrileno, che ha conosciuto l’asturiano quando aveva dieci anni – al GP di Spagna del 2005 – ha sempre sostenuto che Fernando sia uno dei migliori piloti della storia della Formula 1.

Carlos conosce in prima persona il valore di Fernando come pilota, ma l’unico obiettivo del pilota spagnolo è battere l’intera griglia ed essere campione del mondo , quindi non gli dispiacerebbe avere lo spagnolo come compagno di squadra in futuro. “Mi trovo bene con qualsiasi pilota. Non mi dispiacerebbe essere un compagno di squadra di Fernando –Alonso–. Ma, dato che siamo in fasi diverse della nostra carriera e guidiamo per squadre diverse, le possibilità che ciò accada sono scarse, ” ha commentato Sainz in un’intervista per Auto Motor und Sport.

Sainz, nonostante sia la sua settima stagione in Formula 1, ha già avuto diversi assi come Max Verstappen, Charles Leclerc o Lando Norris dall’altra parte del box… e ci sono sempre state “buone vibrazioni” . Quali sono le chiavi? “Non entro in una nuova squadra con pregiudizi o animosità verso il mio compagno di squadra, ma anzi entro apertamente. È importante godersi il lavoro. Quando mi diverto, la mia prestazione è migliore. Combattere con il mio compagno? Perché dovrei?”.

“Questo non mi serve a niente. Funziona meglio quando puoi ridere delle cose e scherzare sui turni di qualificazione buoni e cattivi. Se lavoriamo entrambi nella stessa direzione, l’atmosfera nella squadra è migliore e progrediamo più velocemente. “. Carlos, d’altra parte, considera Charles Leclerc un “bravo ragazzo”. Entrambi hanno gli stessi interessi – portare avanti la Ferrari – e hanno mostrato rispetto reciproco, motivo per cui c’è un’atmosfera così bella nella formazione di Maranello.

“Charles è un bravo ragazzo. Abbiamo gli stessi interessi e gli stessi obiettivi, quindi puoi avere buone conversazioni con lui e fare sport o giocare a scacchi. Non solo è veloce, ma mostra anche molto rispetto per i suoi compagni di squadra” ha detto Sainz per concludere.

Ti potrebbe interessare: Sainz non si crede inferiore a Verstappen: “Ho battuto tutti”

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!