Carlos Sainz
Carlos Sainz
in ,

Sainz ‘prega’ per una F1 meno dipendente dall’auto nel 2022

Carlos Sainz spera che nel 2022 le vetture saranno più equilibrate grazie ai nuovi regolamenti e che saranno i piloti a distinguersi per il loro talento. Lo spagnolo si rammarica che le grandi differenze tra le vetture impediscano di lottare tra loro. Carlos Sainz ha espresso il suo desiderio per una griglia più livellata entro due stagioni in modo che i piloti non debbano fare affidamento così pesantemente sulle prestazioni delle loro vetture.

Carlos Sainz spera che nel 2022 le vetture saranno più equilibrate grazie ai nuovi regolamenti e che saranno i piloti a distinguersi per il loro talento

“Quello che auguro alla Formula 1 è che in futuro ci sia una griglia più uniforme per consentire ai piloti di fare la differenza. Spero e prego che le vetture nel 2022 siano più facili da seguire ” , ha detto Carlos Sainz.

Nel 2022 ci sarà un cambiamento nella regolamentazione con un tetto di bilancio e una distribuzione più equa del denaro. Per ora, Sainz crede che il nuovo regolamento sia un ottimo inizio e ha applaudito il lavoro svolto finora per raggiungerlo. Deve solo essere rigorosamente rispettato.

“Speriamo di poter ridurre le differenze. Penso che FOM, Liberty Media e FIA ​​abbiano fatto un ottimo lavoro con il regolamento 2022 e ci abbiano dato un’opportunità”, ha ringraziato il pilota madrileno.

Sainz ha riconosciuto che quando è arrivato in Formula 1, ha capito che non sarebbe stato facile competere con piloti che avevano una macchina migliore. Se la differenza con i compagni è di più di tre decimi di secondo è irraggiungibile.

“Quando arrivi in ​​F1, ti rendi subito conto che è molto difficile battere qualsiasi pilota che abbia una macchina tre decimi più veloce della tua. Perché di solito sei due decimi di differenza con i tuoi compagni di squadra. A me è successo. con tutti quelli che ho avuto, siamo stati due decimi in più o in meno “, ha spiegato il pilota Ferrari.

“Quando qualcuno si qualifica 1,5 secondi prima di te, ti rendi conto che non stai davvero gareggiando contro quel pilota”, ha aggiunto.

Per tutto questo, spera che nella classe regina il talento del pilota finisca per essere più importante della macchina con cui gareggia. Ciò contribuirebbe anche a rendere la F1 più attraente per gli spettatori, dice.

“Quindi speriamo che ciò accada e che la categoria dipenda più dai piloti e meno dalle auto. Penso che la Formula 1 possa essere più vicina e molto più divertente. Questo attirerà più pubblico e penso che sarà meglio per tutti”. ha insistito per chiudere.

Ti potrebbe interessare: Ferrari prepara il suo sbarco a Le Mans con Gené, Sainz e Leclerc

Looks like you have blocked notifications!