in

Stellantis in prima linea nella guida autonoma L3Pilot

 L3Pilot è il progetto europeo di ricerca e innovazione Stellantis che ha lo scopo di testare la fattibilità della guida autonoma di Livello 3

stellantis STLA_4 demontations prototypes@Hamburg_DSC04474

Auto robot, Stellantis presente. Il Gruppo e i suoi partner presentano i risultati e le sfide affrontate in una conferenza finale dedicata. Che si svolgerà oggi e domani ad Amburgo, in Germania. In concomitanza con l’ITS World Congress. La partecipazione al progetto quadriennale è essenziale per l’acquisizione e la convalida dei dati di guida automatizzata. Servono milioni di km di test. Sulle funzioni tecnologiche di autonomia di livello 3 SAE.

Al fine di testare e valutare le funzioni di guida autonoma di livello 3 come mezzo di trasporto sicuro ed efficiente sulle strade pubbliche, per il progetto sono stati utilizzati sedici prototipi Stellantis

Dall’11 al 15 ottobre Stellantis presenterà il suo contributo al progetto di guida autonoma L3Pilot all’evento finale di L3Pilot ad Amburgo, in Germania, in concomitanza con l’ITS World Congress. L’evento includerà dimostrazioni di guida sulle autostrade limitrofe.

Guida autonoma Stellantis: i numeri

Durante il progetto quadriennale, che ha coinvolto un ecosistema globale di 34 partner tra cui fornitori, istituti di ricerca, autorità stradali e altri OEM, i team di ricerca e tecnologie avanzate di Stellantis hanno diretto le operazioni relative ai test di guida. Il progetto ha visto un totale di 70 auto dotate di funzioni di guida automatizzata in 14 siti pilota e sette Paesi.

Con 750 guidatori professionisti, esperti nelle funzioni SAE di livello 3, sia come guidatori sia come passeggeri. E 400.000 km percorsi sulle autostrade, metà dei quali in modalità automatizzata e metà percorsi come riferimento. In tutto, 24.000 km percorsi in scenari urbani, dei quali 22.200 km in modalità automatizzata e percorsi 1.800 km come riferimento

“La partecipazione di Stellantis al progetto L3Pilot e il ruolo fondamentale svolto nella fase pilota ne dimostrano chiaramente l’impegno nello sviluppo delle tecnologie di guida autonoma”, ha commentato Harald Wester, Chief Engineering Officer di Stellantis.

 “Riteniamo che questi progetti internazionali, condotti su larga scala e con il coinvolgimento di molti partner, siano estremamente importanti per garantire ai clienti che le tecnologie autonome siano sicure e affidabili prima dell’introduzione sul mercato; sono parte integrante della nostra strategia software end-to-end incentrata sul cliente”, ha dichiarato Yves Bonnefont, Chief Software Officer di Stellantis.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!