Stellantis
Stellantis
in

Stellantis unisce le forze con Foxconn

L’obiettivo di questa nuova joint venture di Stellantis sarà la produzione di auto elettriche e servizi connessi per veicoli

Stellantis stabilirà una joint venture con Foxconn per produrre auto elettriche, inizialmente per il mercato cinese. Il gruppo Stellantis è il risultato della fusione di PSA e Fiat Chrysler e ha una quindicina di marchi nel suo portafoglio, inclusi nomi come Peugeot, Citroën, Fiat e Maserati. Foxconn è un colosso industriale asiatico noto nel panorama internazionale per avere Apple nel proprio portafoglio clienti, che le affida l’assemblaggio dei suoi smartphone, l’iPhone.

Proprio quest’anno si vociferava che Apple e Foxconn avrebbero potuto estendere la loro collaborazione nel campo della mobilità elettrica, dal momento che la prima è alla ricerca di qualcuno che possa subentrare alla produzione della sua iCar. Ma invece in attesa che il colosso della Silicon Valley comunichi novità in proposito, il gruppo Stellantis, martedì presenterà questa nuova partnership in modo molto dettagliato.

L’obiettivo di questa nuova joint venture sarà la produzione di auto elettriche e servizi connessi per veicoli, inizialmente per il mercato cinese, secondo Autonews. L’accordo sarà formalizzato con Hon Hai, filiale di Foxconn che nell’ottobre 2020 ha già presentato la sua prima piattaforma per veicoli elettrici e sta lavorando su una batteria allo stato solido prevista per il 2024. I direttori esecutivi di Stellantis e Foxconn, Carlos Tavares e Young Liu, tra le altre personalità, parteciperanno alla conferenza stampa di questa nuova joint venture.

Foxconn ha espresso alla fine dello scorso anno il desiderio che il 10% delle auto elettriche del mondo utilizzi i propri componenti entro il 2027. Sebbene sarebbe un alleato naturale per l’iCar di Apple, è possibile che questo progetto venga invece affidato alla società canadese Magna che impiega circa 160.000 persone e ha anche stabilimenti in Cina.

Ti potrebbe interessare: Il CEO di Stellantis è preoccupato per l’accessibilità delle auto elettriche

Looks like you have blocked notifications!