Tesla
Tesla
in ,

Tesla afferma che un dipendente ha iniziato a rubare segreti commerciali pochi giorni dopo essere stato assunto

Tesla ha intentato una causa contro un ex dipendente che avrebbe rubato segreti commerciali. Secondo la causa (PDF), Alex Khatilov è stato assunto da Tesla e in tre giorni ha “rubato sfacciatamente migliaia di script per computer segreti commerciali” che hanno richiesto anni all’azienda per svilupparsi.  La storia inizia il 28 dicembre 2020 quando Tesla ha assunto Khatilov come ingegnere di automazione del software. Poco dopo aver accettato il lavoro, Tesla afferma che Khatilov ha iniziato a rubare migliaia di file altamente riservati dalla loro rete interna e li ha trasferiti al suo account Dropbox personale.

L’azienda afferma che gli script “automatizzano un’ampia gamma di funzioni in tutta l’attività di Tesla” e solo poche persone hanno accesso ad esse. Khatilov era uno di loro e Tesla sostiene di aver utilizzato tale accesso a “file scaricati non correlati al suo lavoro”. Il team di sicurezza delle informazioni di Tesla ha scoperto i download il 6 gennaio e ha affrontato Khatilov lo stesso giorno. Secondo la società, Khatilov ha inizialmente affermato di aver “trasferito solo un paio di documenti amministrativi personali” sul suo account Dropbox.

Quando gli investigatori hanno chiesto di vedere il suo account Dropbox, Khatilov avrebbe dato loro l’accesso e la società ha trovato “migliaia e migliaia di script informatici riservati di Tesla”. Di fronte a questo, Khatilov avrebbe detto di “aver dimenticato” quei file. L’azienda sostiene inoltre che Khatilov “ha sfacciatamente tentato di distruggere le prove eliminando in fretta il client Dropbox e altri file durante l’inizio dell’intervista, quando gli investigatori stavano tentando di accedere da remoto al suo computer”.

Tesla dice che non sanno se Khatilov ha preso file aggiuntivi o se ha fatto copie dei file nel suo account Dropbox. L’azienda inoltre ignora se i file sono stati inviati a qualcuno. A seguito delle indagini, Tesla ha citato in giudizio Khatilov per violazione del contratto e per aver violato due atti segreti commerciali. L’azienda sta cercando la restituzione di tutte le proprie apparecchiature e informazioni, nonché l’identità di chiunque abbia avuto accesso ai propri segreti commerciali. Tesla vuole anche danni compensativi ed esemplari, nonché le parcelle degli avvocati e il costo delle indagini.

Ti potrebbe interessare: Tesla non raggiungerà mai la piena autonomia secondo il CEO di Waymo

Looks like you have blocked notifications!