Tesla
Tesla
in ,

Tesla annuncia le consegne Q2: 90.650 auto elettriche

Tesla ha annunciato le consegne Q2 e i numeri di produzione. La casa automobilistica ha confermato 90.650 consegne, battendo le aspettative. Solo poche settimane fa, la maggior parte degli analisti di Wall Street ipotizzavano consegne per Tesla tra 60.000 e 70.000 veicoli nel secondo trimestre. Si trattava di una previsione sostanzialmente in linea con il declino generale dell’industria automobilistica a causa della pandemia globale. Tuttavia, la scorsa settimana abbiamo riferito che Tesla avrebbe potuto sorprendere con consegne quasi record nel secondo trimestre sulla base di fonti che indicavano che le consegne in Nord America erano significativamente più elevate di quanto la maggior parte delle persone si aspettasse.

Tesla ha annunciato le consegne Q2 e i numeri di produzione. La casa automobilistica ha confermato 90.650 consegne

Diversi analisti dunque hanno aggiornato le loro aspettative con il consenso di Wall Street che si è stabilito a circa 80.000 consegne. Oggi Tesla ha annunciato di aver superato quelle aspettative con poco più di 90.000 consegne nel secondo trimestre: Nel secondo trimestre, abbiamo prodotto oltre 82.000 veicoli e consegnato circa 90.650 veicoli. Al mercato sono piaciute le notizie e le azioni di Tesla sono salite di oltre il 9% nel trading pre-market questa mattina.

90.000 consegne significano che Tesla è in aumento da un trimestre all’altro rispetto alle 88.000 consegne registrate nell’ultimo trimestre e in calo solo del 5% su base annua. Ciò nonostante il fatto di aver dovuto chiudere la fabbrica di Fremont per la prima metà del trimestre e che molte delle sue operazioni siano state influenzate da restrizioni poste in essere per rallentare la diffusione di COVID-19. Per fare un confronto, altre case automobilistiche stanno segnalando cali molto maggiori nelle consegne. Audi ha appena registrato un calo di oltre il 30% delle consegne nel secondo trimestre.

Ti potrebbe interessare: Tesla non produrrà le sue batterie europee nella Gigafactory tedesca

Looks like you have blocked notifications!