in

Tesla Model S Plaid: controllo qualità migliorato, ma ci sono ancora dei ritardi

Per la Model S Plaid ci sono ancora dei ritardi nelle consegne, ma il controllo qualità ha subito un netto miglioramento

Guarnizione lunotto posteriore Tesla Model S Plaid

Nel 2018, il recensore Sandy Munro ha letteralmente smontato a pezzi una Tesla Model 3. Mentre sezionava l’auto, si è lasciato sfuggire che la qualità costruttiva di Tesla ricorda quella di Kia degli anni ’90. Se non sapessi cosa realizzava Kia in quegli anni, quello non è assolutamente un complimento. Ma oggi, quattro anni dopo, Munro sembra aver cambiato tono. Certo, il confronto è tra una Tesla Model S Plaid, l’offerta top di gamma del produttore americano di veicoli elettrici, e quella che è stata una prima vettura della loro offerta più economica, la Model 3.

E non è la prima volta che Munro mostra un approccio più positivo alle Tesla. Ha già discusso di problemi con il CEO Elon Musk all’inizio dello scorso anno e ha valutato la tecnologia autonoma del relativo nuovo arrivato come migliore della BlueCruise di Ford.

Sebbene lo smontaggio della Model S non sia ancora completato, l’apprezzamento di Munroe per quest’auto è più di ciò che c’è sotto la carrozzeria. Sebbene molti stiano criticando la sicurezza delle funzioni autonome di Tesla, Munro elogia il sistema ADAS per averlo salvato dal tamponamento di un’altra auto nel momento in cui era distratto.

Tesla Model S Plaid: i pro e i contro di questa vettura

Mentre esamina la struttura, commenta in positivo il tutto. Le clip e le finiture sono tutte facili da rimuovere e non si sfaldano, a differenza di quanto visto con la Model 3. Tuttavia, la Model S Plaid in questione presentava un distanziatore applicato su un parafango e non sull’altro. Munro osserva che tali problemi di allineamento sono comuni con le auto costruite utilizzando pannelli stampati in alluminio. Tesla è ancora un produttore di bassi volumi di produzione, ma quando si tratta di tassi di produzione più elevati, questi problemi possono essere accentuati.

Altri svantaggi notati con la Model S riguardano principalmente il sedile posteriore. Il cuscino del sedile stesso era inclinato male e gli schienali causavano mal di schiena, in netto contrasto con i sedili anteriori che sono tra i migliori al mondo. Un altro fastidio includeva una guarnizione del lunotto posteriore che non si adattava correttamente, provocando un incremento del rumore sonoro causato dal vento.

Ma il punto di vista di Munroe sembra essere che l’ultima Model S sia un enorme miglioramento rispetto ad altri modelli Tesla che sono stati esaminati. Lo smontaggio completo è in corso e non vediamo l’ora di vedere cos’altro troverà il team di Munro Live. Qui sotto puoi trovare il video completo che spiega il tutto.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!