Tesla Autopilot
Tesla Autopilot
in ,

Tesla non raggiungerà mai la piena autonomia secondo il CEO di Waymo

Il CEO di Waymo John Krafcik ha affermato che il sistema di “guida completamente autonoma” di Tesla non è l’approccio giusto verso un veicolo completamente autonomo. “È un’idea sbagliata che si possa semplicemente sviluppare ulteriormente un sistema di assistenza alla guida fino a quando un giorno si può passare magicamente a un sistema di guida completamente autonomo”, ha detto Krafcik durante un’intervista al Manager Magazin.

L’autopilota di Tesla è stato criticato nel corso degli anni per il modo in cui è stato commercializzato, in particolare nella sua ultima versione chiamata “Full-Self Driving”. Il termine “guida completamente autonoma” ha fatto credere a numerosi clienti che il sistema di assistenza alla guida di Tesla sia completamente autonomo. Semplicemente non è vero, poiché la persona seduta al volante deve essere pronta a riprendere il controllo in ogni momento.

Nonostante l’ovvia natura del sistema di assistenza alla guida di Tesla, Elon Musk ha recentemente affermato di essere “estremamente fiducioso” che la sua azienda sarà in grado di offrire una funzione completamente autonoma ai clienti in alcune aree entro la fine dell’anno come servizio di abbonamento. La funzione Full Self-Driving è stata rilasciata a un numero limitato di proprietari di Tesla alla fine dello scorso anno come versione beta.

Krafcik ha anche affermato di non vedere Tesla come un concorrente nei veicoli autonomi, aggiungendo che il produttore di veicoli elettrici sta “sviluppando un sistema di assistenza alla guida davvero buono”. La corsa verso la piena autonomia ha attualmente molti attori del settore, con Waymo, una società tecnologica di proprietà di Google, considerata come uno dei leader. Waymo ha gestito una flotta di veicoli completamente senza conducente a Phoenix come servizio di ride-hailing e sta attualmente sviluppando ulteriormente il suo sistema “Waymo Driver” sia su strade reali che su simulazione.

Waymo ha preso la decisione iniziale di puntare alla piena autonomia invece di lavorare prima su un sistema che andrà avanti e indietro con un guidatore umano al volante sempre pronto ad assumere il controllo del veicolo, poiché quest’ultimo era ritenuto pericoloso. La grande svolta dell’azienda è arrivata lo scorso ottobre, quando tutte le corse offerte dal suo servizio di chiamata a Phoenix sono passate a veicoli completamente senza conducente.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler e Waymo progettano veicoli commerciali a guida autonoma

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!
Looks like you have blocked notifications!