Tesla
Tesla
in ,

Tesla sospende i piani di espansione a Shanghai

Tesla ha sospeso i piani per acquistare ulteriore terreno per espandere il suo stabilimento di Shanghai e renderlo un centro di esportazione globale. Un rapporto della Reuters scrive che ciò è dovuto alla situazione politica tra Cina e Stati Uniti.

Con tariffe del 25% sulle auto elettriche cinesi importate, che vengono imposte in aggiunta alle imposte esistenti sotto l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, Tesla intende ora limitare la quota della produzione cinese nella sua produzione globale. Reuters ha citato due persone che hanno familiarità con gli eventi con questa spiegazione. Quattro fonti avevano confermato all’agenzia di stampa che Tesla non vuole acquisire altri terreni intorno al Giga Shanghai.

Nel marzo di quest’anno, sembra che Tesla abbia già rifiutato di acquistare un appezzamento di terreno dall’altra parte della strada. Si dice che sia circa la metà delle dimensioni dell’attuale terreno, che misura circa 80 ettari. In una dichiarazione alla Reuters , Tesla ha detto che lo stabilimento di Shanghai “si sta sviluppando come previsto”. Il governo municipale di Shanghai, considerato un grande sostenitore dello stabilimento Tesla, non ha risposto alle inchieste in merito.

Gli addetti ai lavori citati da Reuters hanno affermato che Tesla stava prendendo in considerazione l’espansione delle esportazioni della versione base del suo Model 3 costruito in Cina ad altri mercati, inclusi gli Stati Uniti. Il Model 3 Standard Range + sarebbe quindi stato costruito solo a Shanghai e non parallelamente a Fremont, come avviene attualmente. Il principale stabilimento californiano si sarebbe quindi concentrato sulla produzione del Model 3 Long Range e Performance per gli Stati Uniti e per i mercati di esportazione.

Lo stabilimento Tesla di Shanghai è progettato per produrre un massimo di 500.000 veicoli e, nella sua attuale fase di espansione, può costruire 450.000 unità Model 3 e Model Y all’anno. Alcune delle aree attualmente adibite a parcheggio dovrebbero comunque poter essere utilizzate per impianti produttivi al fine di raggiungere la massima capacità. Espandendo l’impianto attraverso l’acquisto di ulteriore terreno, Tesla avrebbe potuto aumentare la produzione da 200.000 a 300.000 auto elettriche aggiuntive.

Secondo Reuters , le vendite di Tesla in Cina sono ammontate a circa tre miliardi di dollari USA nel primo trimestre. Questo non è solo un aumento di tre volte rispetto al primo trimestre del 2020, ma rappresenta già quasi un terzo delle vendite totali. Tesla ha registrato vendite per 10,39 miliardi di dollari nel primo trimestre, secondo il rapporto annuale.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!

Joe Biden prevede di incoraggiare la produzione di auto elettriche negli Stati Uniti nel suo piano infrastrutturale da $ 2 trilioni. Le case automobilistiche devono essere supportate nella creazione di catene di approvvigionamento nazionali per le materie prime, ad esempio, e nella conversione di fabbriche per la produzione di veicoli elettrici e batterie. I consumatori riceveranno sussidi e incentivi fiscali per l’acquisto di veicoli elettrici di fabbricazione americana. Con questo tipo di investimenti non sorprende quindi che il governo degli Stati Uniti consideri criticamente l’esportazione di auto elettriche prodotte in Cina verso località internazionali. Attualmente, il Model 3 prodotto in Cina viene esportato in Europa. Questo presumibilmente cambierà quando la fabbrica Giga Berlin sarà operativa in Germania.

Looks like you have blocked notifications!