in

Tesla utilizza batterie vecchie di quattro anni nelle auto nuove

Batterie vecchie sulle nuove vetture elettriche di Tesla?

Tesla Model 3

Tesla è un’azienda raramente esente dalle polemiche, ma ciò non impedisce alle persone di acquistare le sue auto. Tuttavia, non tutti possono permettersi di spendere molto per una Tesla nuova di zecca e molti opteranno quindi per auto dimostrative per ottenere una tariffa più conveniente. Tuttavia, sembra che il famigerato taglio dei costi di Tesla si estenda oltre la discutibile qualità che si ottiene in molti dei suoi nuovi veicoli. Un utente di Twitter si è imbattuto in un avviso preoccupante sul sito Web di Tesla che riguarda alcuni modelli demo di Model 3 e le implicazioni non sono favorevoli all’immagine del produttore di veicoli elettrici.

La Tesla usa batterie vecchie per abbassare i prezzi

In pratica, alcune cosiddette Tesla “2021” vengono vendute con pacchi batteria prodotti già nel 2017. Tesla afferma che ciò potrebbe comportare fino al 12% in meno di autonomia, ma sebbene la divulgazione del potenziale problema da parte della casa automobilistica sia degno di un plauso, molti hanno sollevato preoccupazioni. Sì, queste sono auto usate. Però, con un 1000 chilometri percorsi non si può fare a meno di chiedersi perché un pacco batteria prodotto almeno nel 2020 non viene montato su tutte le auto del 2021. Sembra che non ci sia nemmeno uno schema da seguire, poiché non tutte le auto dimostrative elencate vengono mostrate con lo stesso avviso. Alcuni modelli, dunque, montano batterie più recenti.

La stragrande maggioranza delle risposte su Twitter è stata feroce, ma alcuni utenti suggeriscono che la formulazione dell’avviso sia semplicemente errata. Infatti, al momento, si pensa che sia solo un modo per abbassare il prezzo di questi modelli. Tuttavia, senza una chiara spiegazione da parte di Tesla, tutto ciò che abbiamo sono speculazioni. I prezzi si riducono di qualche migliaio di euro, quindi non è una grande differenza di prezzo rispetto ai modelli completamente nuovi. Non ci resta che aspettare un’eventuale risposta, ammesso che possa arrivare, da parte dell’azienda americana, qualora arrivasse.

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!