Formula 1Motorsport

Todt avverte: “La F1 potrebbe perdere squadre”

Jean Todt

Jean Todt, presidente della FIA, avverte della vera minaccia rappresentata dalla pandemia di coronavirus per la Formula 1. Il francese spiega che è necessario abbassare il tetto del bilancio del 2021 per impedire che diverse squadre siano costrette ad abbandonare la competizione. La crisi economica causata dal coronavirus può essere letale per la Formula 1. Se un produttore ha seri problemi di risorse, ciò può influenzare diverse squadre della rete. Tuttavia, è fiducioso che non ci saranno cambiamenti per il 2021.

Jean Todt teme che se non si abbassano i limiti di budget in F1 molte squadre potrebbero dire addio

La Formula 1 non è immune da possibili cambiamenti nei piani dei suoi produttori a causa della pandemia di coronavirus. L’anno prossimo spero che tutto rimanga uguale, ma è per questo che stiamo parlando con tutti”, ha detto in un’intervista con l’edizione italiana. di Motorsport.com. Il presidente della FIA chiede ai team umiltà e comprensione in modo che tutti possano andare avanti in un momento molto delicato. Pertanto, spiega che è estremamente necessario ridurre il massimale di bilancio di 150 milioni di euro stabilito per il 2021.

“Nonostante il fatto che ci siano team di grandi dimensioni, nessuno può dare nulla per scontato. Dobbiamo considerare tutto ed essere umili sapendo che amiamo il motorsport. Ma non è essenziale per la società. Dobbiamo prendere le giuste decisioni.” “In ogni tragedia e crisi come queste ci sono molti punti negativi, ma ci sono anche dei pro. Abbiamo l’opportunità di migliorare per il futuro. In Formula 1 abbiamo raggiunto costi straordinari. Dobbiamo reindirizzarli a un altro livello.”

Secondo le ultime informazioni, tutti i team tranne Ferrari e Red Bull sono pronti ad abbassare ulteriormente il limite di spesa per la prossima stagione. Todt non capisce perchè questi marchi si oppongono a questa misura.

“I team più piccoli hanno un budget di $ 150 milioni e i team più grandi oltre $ 300 milioni. Questo non conta per lo sviluppo del motore. Tuttavia, ci sono ancora quelli che si oppongono!” Ieri le squadre si sarebbero incontrate di nuovo per prendere una decisione su una possibile riduzione del tetto del budget. Tuttavia, questo è stato rinviato per motivi sconosciuti e non è noto quando avverrà.

Todt riconosce che un team di Formula 1 non è la principale preoccupazione di un’azienda coinvolta nella classe regina. Tuttavia, crede che una reazione a catena di abbandoni possa essere mortale per lo sport. “Non credo che il motorsport sia il primo problema per un grande marchio. Se un’azienda perde una dozzina di persone in una squadra sportiva, non credo sia una tragedia. Il problema è se perdiamo quattro squadre di F1, ad esempio” ha concluso Todt.

Ti potrebbe interessare: Todt rivela che è stata la Ferrari a impedirgli di rivelare l’accordo

Looks like you have blocked notifications!
Related posts
Formula 1Motorsport

Una cattiva strategia "condanna" Carlos Sainz in Portogallo

Formula 1Motorsport

Hamilton travolge Verstappen e Bottas per vincere in Portogallo

Formula 1Motorsport

Alfa Romeo chiede alla FIA di rivedere la penalità di Raikkonen a Imola

MotoGPMotorsport

Valentino Rossi conferma l'arrivo della sua squadra in MotoGP nel 2022