Jean Todt
Jean Todt
in ,

Todt rivela che è stata la Ferrari a impedirgli di rivelare l’accordo

Jean Todt ha ammesso di essere stato bloccato dalla Ferrari dal rivelare i dettagli dell’indagine FIA sul suo motore. L’organo di governo del motorsport mondiale ha suscitato scalpore quando ha annunciato di aver punito la Ferrari a seguito della conclusione di una revisione della legalità del sistema del team 2019, ma ha mantenuto i dettagli privati. Il presidente della FIA ora ha dichiarato di essere stato imbavagliato efficacemente dalla Ferrari dal dire qualsiasi cosa.

Jean Todt ha ammesso di essere stato bloccato dalla Ferrari dal rivelare i dettagli dell’indagine FIA sul suo motore

“Se me lo chiedi, mi piacerebbe poter fornire tutti i dettagli della situazione, ma loro [la Ferrari] si sono opposti”, ha detto Todt a Motorsport.com. “Quindi, voglio dire, sono stati sanzionati ma non possiamo fornire i dettagli della sanzione”. Nonostante la Ferrari abbia bloccato la FIA dal rivelare i risultati delle sue indagini e la conseguente sanzione, Todt crede che fosse giusto per la sua organizzazione dire almeno qualcosa piuttosto che stare in silenzio.

“E chiaramente non avremmo potuto dire nulla”, ha continuato Todt. “Ma sentivamo che sarebbe stato sbagliato non dire che il caso Ferrari era stato discusso e che c’era stata una sanzione. “Onestamente, è molto semplice. Molto semplice. Abbiamo fatto molti sforzi per giungere alle nostre conclusioni, sulle quali i team non sono d’accordo. “Sfortunatamente, è un vero complemento di questioni tecniche, perché i nostri tecnici affermano ‘non possiamo certo dimostrare quanto dovremmo che  le soluzioni della Ferrari non erano legali’.”

Mentre sette squadre – Red Bull, Renault, McLaren, Williams, Racing Point, AlphaTauri e Mercedes – hanno espresso tutte le loro preoccupazioni a Todt e alla FIA, arrivando persino a suggerire di intraprendere un’azione legale, quest’ultima da allora si è allontanata dall’argomento. Il Presidente della FIA insiste che ora non può svelare altro sulla questione. “Ho ricevuto una lettera in risposta alla mia lettera, in cui hanno confermato di comprendere la posizione della FIA”, ha detto Todt. “Ma ciò non significava che fossero contenti della posizione della FIA e che avrebbero perdonato la Ferrari.”

Ti potrebbe interessare: La Ferrari e il ritardo delle nuove regole: ‘Forse non ci favorisce’

Looks like you have blocked notifications!