Questo sito fa parte di NotizieOra network

News AutoToyota

Toyota riavvierà i suoi ultimi due stabilimenti il 25 e 26 maggio

Toyota riprenderà la produzione nei suoi due rimanenti siti produttivi nella Repubblica Ceca e nel Regno Unito nella settimana a partire dal 25 maggio

Toyota

Toyota Motor Europe (TME) riprenderà la produzione nei suoi due rimanenti siti produttivi nella Repubblica Ceca e nel Regno Unito nella settimana a partire dal 25 maggio, dopo aver riavviato gli altri suoi impianti di veicoli e componenti in Francia (Yaris), Polonia (motori e trasmissioni) , Turchia (C-HR e Corolla Sedan), Regno Unito (impianto motore Deeside) e Russia (Camry e RAV4) all’inizio di maggio e aprile.

Toyota riprenderà la produzione nei suoi due rimanenti siti produttivi nella Repubblica Ceca e nel Regno Unito nella settimana a partire dal 25 maggio

Dopo aver riavviato la fabbrica di motori TMUK a Deeside il 13 maggio, la fabbrica di veicoli britannica Toyota situata a Burnaston riavvierà le attività il 26 maggio. Burnaston produce la Corolla Hatchback e Touring Sports e la produzione è stata sospesa dal 18 marzo. TMUK Burnaston organizzerà due giorni di introduzione per i suoi dipendenti per familiarizzare con il loro nuovo ambiente di lavoro e con le misure che sono state prese per affrontare le esigenze di allontanamento sociale, la riduzione dei punti di contatto comuni e l’aumento delle misure igieniche.

TPCA, la joint venture di Toyota con PSA, ospita la produzione della Toyota AYGO. Lo stabilimento ceco, che aveva precedentemente interrotto la produzione dal 19 marzo a seguito dell’epidemia di COVID-19, prevede di riprendere le sue attività produttive il 25 maggio. Dopo una giornata di induzione completa destinata a formare i membri sulla corretta attuazione delle nuove pratiche, la produzione a Il TPCA è programmato per iniziare per entrambi i turni a volume ridotto prima che l’impianto aumenti gradualmente il numero di unità prodotte ai livelli di pre-sospensione al fine di soddisfare la domanda dei clienti.

Ti potrebbe interessare: TOYOTA GAZOO Racing decide di non partecipare all’edizione 2020 della 24 Ore del Nürburgring