in

Uber non è responsabile per la morte di una donna che è stata uccisa da una delle sue auto autonome

Secondo un’indagine giudiziaria Uber non sarebbe responsabile penalmente per la morte di una donna investita da una sua auto a guida autonoma

Uber

Uber non è responsabile per la morte di una donna che è stata uccisa da una delle sue auto di prova a guida autonoma in un incidente avvenuto negli Stati Uniti nel 2018. Lo ha affermato un’indagine giudiziaria. Elaine Herzberg, 49 anni, è stata uccisa quando è stata colpita dal veicolo a 44 miglia all’ora, mentre camminava con la sua bicicletta lungo una strada a Tempe, in Arizona.  Nonostante un procuratore della contea abbia deciso che la compagnia non è ritenuta responsabile per l’incidente, l’autista di backup della vettura, Rafaela Vasquez, potrebbe ancora essere accusata.

È stato riferito dalla polizia che Vasquez era distratta al momento dell’incidente, essendo stato provato che stava guardando un episodio di The Voice sul suo smartphone e che l’incidente mortale avrebbe potuto essere evitato se avesse avuto gli occhi sulla strada. Il capo della polizia di Tempe, Sylvia Moir, ha successivamente indicato che la causa dell’incidente non era dell’auto autonoma: “Non penso che l’auto di Uber abbia commesso un errore in questo incidente”, ha detto Moir al San Francisco Chronicle. Dopo aver guardato il video, il capo della polizia di Tempe ha dichiarato: “È molto chiaro che sarebbe stato difficile evitare questa collisione in qualsiasi tipo di modalità a causa delle ombre presenti sulla carreggiata che hanno nascosto la sua presenza. ”

 

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!