in

Ufficiale: Vinales non correrà più con la Yamaha

Finisce ufficialmente l’avventura di Maverick Vinales con la Yamaha

Maverick Vinales
Maverick Vinales

Maverick Vinales e Yamaha hanno terminato il loro rapporto contrattuale e il pilota spagnolo non guiderà più la M1. La situazione tra le due parti era a un punto molto difficile, dopo quello che è successo al GP della Stiria e il pilota che è stato messo in panchina dalla sua stessa squadra al GP d’Austria. Vinales è – per il momento – senza moto per questa stagione, ma nel 2022 correrà per l’Aprilia.

La relazione Vinales-Yamaha è giunta al capolinea come molti di noi temevano dopo gli ultimi eventi. Il team giapponese aveva deciso di far scendere il pilota catalano dalla sua M1 durante il Gran Premio d’Austria, come punizione per un comportamento poco sicuro che avrebbe potuto innescare una situazione pericolosa nella gara precedente (GP della Stiria) e per il quale Vinales si è scusato la scorsa settimana.

Vinales non avrebbe dovuto recuperare la sua moto per la prossima gara che si terrà in Gran Bretagna la prossima settimana, e proprio questo venerdì la Yamaha ha annunciato che entrambe le parti rescinderanno immediatamente il loro rapporto contrattuale . Inizialmente Vinales aveva un contratto fino alla fine del 2022, ma qualche mese fa ha deciso di arrivare a fine 2021, percorso che non finirà nemmeno con la casa giapponese.

“Purtroppo nel GP della Stiria la gara non è andata bene o finita bene e, di conseguenza, dopo la profonda considerazione da entrambe le parti, una decisione comune è stata raggiunta e cioè che sarebbe stato meglio per tutti e due per terminare il loro accordo in anticipo.. La separazione anticipato al pilota in modo da poter seguire la direzione da scegliere in futuro e consentire anche alla squadra di concentrare i propri sforzi nelle restanti gare della stagione 2021 con un sostituto, ancora da determinare” , ha dichiarato Lin Jarvis, capo della Yamaha.

Ti potrebbe interessare: Maverick Vinales firma per Aprilia per il 2022

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!