Davide Brivio
Davide Brivio
in ,

Un comitato di sette persone sostituirà Davide Brivio alla Suzuki

Suzuki affronta la stagione 2021 con l’obiettivo di difendere il titolo piloti e squadre che ha ottenuto la scorsa stagione in MotoGP. Non sarà una sfida facile per il duo formato da Joan Mir e Álex Rins, soprattutto quando Suzuki non prevede un grande aumento del budget di formazione. Inoltre, l’addio di Davide Brivio dà un ulteriore tocco di incertezza a un progetto che sarà guidato da un comitato di sette persone. Un nuovo format di comando che prima non era stato esplorato da Suzuki e che costringe il marchio a ingrassare nuovamente gli ingranaggi della squadra.

Sinishi Sahara, project manager di Suzuki in MotoGP, è stato incaricato di spiegare come verrà implementato questo sistema di controllo: “La partenza di Davide Brivio è una battuta d’arresto, ma non mi preoccupa affatto. Useremo un comitato di sette persone. Un comitato che include me, Ken Kawauchi come direttore tecnico, i coordinatori del team, i due capisquadra e il direttore marketing. Non so chi sarà il team boss in futuro, ma penso che sia positivo per tutti noi imparare come lavora un team boss in MotoGP. Siamo un gruppo con grandi capacità.

In questo senso, il manager Suzuki ha aggiunto: “Il lavoro di team leader non è facile. Sono tante le persone preparate per rimediare alla partenza di Brivio. Il Comitato sta andando bene, tutto è sotto controllo. La squadra è più unita di prima. Prima, Brivio si occupava di tutto. Ora possiamo comunicare in modo più diretto. Cerchiamo di risolvere questa difficile situazione stando insieme. Pertanto, continueremo con le sette persone. Se vedremo che è necessario, decideremo se pensare a qualcuno dall’esterno, ma, per ora, non credo. Promuovere qualcuno è anche un’idea, ma se lo faremo non sarà in questa stagione.

Ti potrebbe interessare: Alpine è in buone mani con Brivio, secondo Grosjean

Looks like you have blocked notifications!