Carlos Sainz
Carlos Sainz
in ,

Una cattiva strategia “condanna” Carlos Sainz in Portogallo

Carlos Sainz ha sofferto molto al GP del Portogallo di F1 2021 a causa di una strategia rischiosa che non ha dato i suoi frutti. Il pilota della Scuderia Ferrari è finito fuori punti, in undicesima posizione che assapora poco dopo essere stato in lotta per il quinto posto per gran parte della gara.

Il madrileno ha sorpreso ieri l’intero paddock dimostrandosi più veloce del compagno di squadra in qualifica. Sono bastate tre sessioni di qualifiche per iniziare a stringere i pioli sulla SF21, ma oggi è arrivato il momento di dimostrare ancora una volta che è uno di quei ‘piloti’ capaci di brillare domenica.

Carlos ha iniziato la gara nel miglior modo possibile. Con una partenza tutta sua, nel primo giro si è sbarazzato di Sergio Pérez e si è piazzato in quarta posizione. Un quarto posto che sembrava “irreale” alla luce delle prestazioni della Red Bull, ma il quinto era un’opzione conveniente per la fine della gara.

Tuttavia, la strategia non è stata adeguata. Il madrileno è stato uno dei primi ad attraversare la pit lane: al 22 ° giro, con l’obiettivo di scavalcare Lando Norris, ha piazzato un treno di gomme medie che sarebbero dovute andare fino in fondo … e si è scoperto troppi giri per la SF21.

Forse la strategia della Ferrari era quella di far mordere alla McLaren l’esca lanciata da Sainz al 22 ° giro – con lo spagnolo infortunato – e allungare lo stop di Leclerc in modo che il monegasco avesse opzioni migliori alla fine della gara e provare a strappare quel quinto posto a quelli di Woking, ma la realtà è che Lando è riuscito ad essere quinto e Charles si è dovuto accontentare del sesto posto.

Inoltre, lo stesso Andreas Seidl ha confermato dopo la gara che la sua roadmap non è passata attraverso un pit-stop così anticipato con Norris, ma vedendo Sainz fermarsi al 22 ° giro sono stati costretti a ‘tracciare’ la sua strategia per evitare il ‘undercut’. Il problema per Carlos è che ha girato al massimo all’inizio del suo secondo ‘stint’ per cercare di sorpassare gli inglesi e poi ha pagato a caro prezzo.

“Sì, è stata una reazione – allo stop di Sainz – assicurarci di mantenere la posizione con Carlos. Era così prima di montare le gomme medie a quel punto della gara”, ha spiegato Andreas Seidl in conferenza stampa a una domanda.

Alla fine, Carlos Sainz è stato il grande perdente di una strategia che oggi non era delle migliori. Nel Gran Premio del Portogallo dello scorso anno è stato dimostrato che la gomma dura ha funzionato molto bene in gara, e sono in molti – compreso il ‘trio’ di testa – che hanno utilizzato questa mescola nel loro secondo ‘stint’ … nonostante fossero entrati molto più tardi dello spagnolo.

Dopo oltre 40 giri sul tracciato portoghese con gomma media, il madrileno ha sofferto molto di graining e il risultato di questa rischiosa strategia è stato quello di finire fuori zona punti. Non era previsto per la gara di oggi, ma ricorda che questo è il suo terzo Gran Premio vestito di rosso Ferrari.

“Sapevamo che c’era un’alta probabilità di graining. Non appena ho montato il mezzo, sapevo che stavamo andando indietro. Abbiamo cercato di tagliare Lando molto presto e aperto il graining. Siamo andati a prenderlo. Non è stata una buona giornata, ma dobbiamo imparare da essa “, ha detto Sainz dopo la gara.

Looks like you have blocked notifications!