in

Verifica etilometro: multa nulla se manca

Anche per l’etilometro, come già avviene per le altre apparecchiature di rilevazione alle violazioni, serve la verifica

etilometro

Importante ordinanza della Cassazione: la 4288/22. Anche per l’etilometro, come già avviene per le altre apparecchiature di rilevazione alle violazioni delle norme del Codice della Strada, scatta l’annullamento della sospensione della patente se lo strumento di misurazione utilizzato per determinare il valore dell’alcool, non è sottoposto a verifiche periodiche: laddove il sanzionato alleghi l’omessa omologazione aggiornata del macchinario è onere della pubblica amministrazione dimostrare la piena attendibilità dei risultati dell’accertamento.

Etilometro: cosa sapere

Un automobilista di Modena ha avuto la patente per sei mesi in quanto l’alcoltest dava un tasso superiore ai limiti previsti. Il conducente è ricorso in sede di legittimità denunciando l’inattendibilità del test per inadeguatezza del modello di etilometro.

Dall’analisi del libretto metrologico infatti, emerge che il macchinario non era in regola con le verifiche periodiche previste dall’art. 379 Dpr 495/1992.

Pertanto, a suo avviso, era onere della pubblica amministrazione dimostrare la piena attendibilità dei risultati dell’accertamento.

Per i giudici di legittimità, infatti, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, il motivo è fondato.

In tema di violazione al Codice della Strada, il verbale dell’accertamento mediante etilometro deve contenere l’attestazione di una verifica. Quale? Che l’apparecchio da adoperare per l’esecuzione dell’“alcooltest” abbia l’omologazione e l’indispensabile corretta calibratura.

L’onere della prova del completo espletamento di tali attività strumentali grava, nel giudizio di opposizione, sulla Pa.

Ovvio che la guida in stato d’ebbrezza sia pericolosissima, ma ci sono regole per tutti, anche per l’amministrazione.

Alcol e auto: le tre fasce

Chiunque guida in stato di ebbrezza subisce la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 543 a euro 2.170, qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro (g/l). All’accertamento della violazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da tre a sei mesi.

O con l’ammenda da euro 800 a euro 3.200 e l’arresto fino a sei mesi, qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi per litro (g/l). All’accertamento del reato consegue in ogni caso la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei mesi a un anno.

Cn l’ammenda da euro 1.500 a euro 6.000, l’arresto da sei mesi ad un anno, qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro (g/l).

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!