in

Verstappen rivela che il problema al volante della Red Bull è durato per tutta la gara

Max Verstappen ha spiegato il misterioso problema al volante che ha avuto durante il Gran Premio di Turchia

Max Verstappen
Max Verstappen

Max Verstappen ha spiegato il misterioso problema al volante che ha avuto durante il Gran Premio di Turchia, ma ha insistito sul fatto che il problema non limitava le prestazioni. Il pilota della Red Bull era in seconda posizione con poco meno di metà gara da disputare quando ha iniziato a lamentarsi del volante che si inclinava sempre più a sinistra nella sua RB16B.

Non è stato l’unico problema riscontrato da Verstappen poiché ha anche espresso preoccupazione per il cambio di marcia all’inizio della gara, anche se il pilota olandese ha spiegato che nessuno dei due era fondamentale per le prestazioni della sua vettura. “No, non era il cambio”, ha detto Verstappen. “C’era una parola accanto al numero in cui posso vedere gli ingranaggi che non stavano scomparendo, quindi ho dovuto cambiare una rotativa e andava bene, quindi non era limitato dalle prestazioni.

“Lo sterzo andava un po’ a sinistra, ma ovviamente anche le gomme si consumano, quindi hai una andatura un po’ irregolare, ma l’ho sentito già dall’inizio. “Ancora una volta, questo non limita le prestazioni, ma è meglio dirlo che non dire niente”. Bottas ha battuto sonoramente Verstappen per la sua prima vittoria dopo poco più di un anno, ma con Lewis Hamilton solo quinto, secondo per il pilota della Red Bull ha recuperato il vantaggio in campionato di sei punti.

La Red Bull aveva lottato per tutto il fine settimana per eguagliare la Mercedes e visto come si è svolta la gara, Verstappen ha deciso che attaccare Bottas avrebbe funzionato solo contro di lui. “All’inizio ho solo cercato di seguire Valtteri ma, ovviamente, dovevamo gestire le gomme quindi sono solo arretrato un po’ e ad un certo punto abbiamo iniziato a prendere il ritmo, anche perché la pista si stava un po’ asciugando, ” Ha aggiunto.

“Ma non c’era nessun punto in cui avrei attaccato Valtteri e lui stava semplicemente gestendo la sua gara, ovviamente, anche molto bene e si prendeva cura delle sue gomme e avevo Charles abbastanza vicino a me nel primo stint.

“Certo, dato che la pista era in quelle condizioni, abbiamo deciso di fermarci, e poi dopo lo stop, a circa 20 giri dalla fine, ho deciso di mantenere la posizione. “Comunque non avevo il ritmo per lottare contro Valtteri, quindi non c’era nemmeno bisogno di cercare di stare entro due, tre decimi, per cercare di seguirlo. Basta risparmiare le gomme fino alla fine, in fondo”.

Ti potrebbe interessare: Valtteri Bottas vince il Gran Premio di Turchia. Verstappen torna leader del mondiale

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!