in ,

Vettel privilegia l’interesse della Ferrari al duello personale con Leclerc

BMW X3 e iX3 2022: dalla Cina arrivano nuove immagini "non ufficiali"
BMW X3 e iX3 2022: dalla Cina arrivano nuove immagini "non ufficiali"

Dopo quattro campionati del mondo con la Red Bull e un passaggio della Ferrari che non gli ha permesso di lottare per il titolo come gli sarebbe piaciuto, almeno per il momento, il futuro di Sebastian Vettel in Formula 1 è stato messo in discussione in numerose occasioni a causa della situazione attuale di fronte al pilota tedesco. Lui stesso ha recentemente assicurato che inizia a pensare a cosa farà quando andrà in pensione, anche se intende continuare a competere ai massimi livelli fino a quando il fisico lo permetterà.

Vettel giura di pensare ai miglioramenti della Ferrari piuttosto che a fare meglio del suo compagno di squadra Charles Leclerc

La minaccia personificata in Charles Leclerc dall’altra parte del box è probabilmente diventata la più grande minaccia alla sua permanenza nella Scuderia e nella categoria regina. Tuttavia, Vettel assicura che personalmente non si concentra tanto sulla sfida contro il suo nuovo compagno di squadra quanto sull’interesse della Ferrari.

“Non è così importante se ho cinque punti in più o in meno di Leclerc”, ha detto Vettel. “L’importante è che andiamo nella giusta direzione come squadra. Ovviamente l’anno scorso è stato un passo indietro, perché non eravamo forti come anni fa. Vi sono ragioni per cui dobbiamo capire e assicurarci di rimuoverle e di compiere ulteriori progressi. Davvero il nostro obiettivo è quello di lottare per tornare in cima al campionato”.

“Le domande dei giornalisti cambiano ogni giorno, in base ai nostri risultati”, ha aggiunto Vettel sulla percezione che la stampa e i fan hanno di lui. “Quindi, in questo senso, sento che oggi è molto più effimero. Se hai una brutta giornata, tutto è un disastro nelle prossime settimane. Se hai una buona giornata, sei il migliore nelle prossime settimane. In un certo senso è sempre stato così, ma è cambiata la velocità in cui ciò avviene. Questo è probabilmente qualcosa che accade non solo in Formula 1, ma in tutto il mondo” ha concluso il tedesco.

Ti potrebbe interessare: Binotto: Alla Ferrari apprezziamo davvero Vettel

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!