in ,

Virologo britannico avverte la Formula 1: I test una volta prima del GP non sono sufficienti

Formula 1 Gp Austria
Formula 1 Austria

La Formula 1 ha annunciato che tutti saranno testati su COVID-19 come parte del loro piano di sicurezza prima di entrare nel paddock durante un Grand Prix. Sembra semplice, ma occorre farlo con attenzione, in quanto queste persone devono essere isolate con almeno cinque giorni di anticipo. Questo è ciò che dice il dott. Jeremy Rossman, un virologo dell’Università del Kent, all’Independent. La ragione di ciò è che il virus viene semplicemente rilevato raramente a breve termine. Un singolo test non è quindi sufficiente, quindi sarà necessario testarlo più volte per un periodo di cinque giorni.

Secondo un virologo inglese un solo test su COVID-19 prima di un Gran Premio di Formula 1 non è sufficiente

“I test attuali non sono abbastanza sensibili per rilevare le infezioni entro i primi due giorni dall’infezione. La maggior parte delle persone avrà un virus rilevabile entro 3-5 giorni, quindi testare tutti tre volte nell’arco di cinque giorni darebbe la certezza che la maggior parte delle persone non sono infetti “. Durante quei cinque giorni uno deve essere in quarantena, ma anche allora, secondo Rossman, non si può essere sicuri che il virus non si intrufoli nel paddock dopo tutto. In alcune persone il virus si nasconde nel corpo più a lungo prima che possa essere rilevato. Ciò può richiedere fino a due settimane. Poiché è praticamente impossibile isolare tutti due settimane prima di ogni gara, il virologo insiste sul fatto che il personale nel paddock dovrebbe proteggersi dal virus in ogni modo possibile.

Ti potrebbe interessare: Formula 1: Monza ha dichiarato ufficialmente che ospiterà il Gran Premio d’Italia

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!