Volkswagen
in

Volkswagen: previsioni nefaste dal MIT sugli effetti del dieselgate

Nelle scorse ore hanno fatto molto rumore le previsioni nefaste effettuate dal Massachusetts Institute of Technology sui possibili effetti che alla lunga potrebbe avere il dieselgate di Volkswagen sulla salute delle persone in Europa. Secondo lo studio effettuato da un gruppo di ricercatori del MIT il fatto che più di 11 milioni di veicoli targati Volkswagen hanno rilasciato nell’ambiente emissioni nocive di 4 volte superiori a quelle consentite dalla legge potrebbe aver fatto aumentare di molto le probabilità di morti premature a causa dell’inquinamento. Addirittura il Mit ipotizza che sarebbero al momento circa 1200 le morti premature causate dal dieselgate.

Di queste circa 500 si verificherebbero proprio in Germania, una sessantina negli Stati Uniti e 50 in Italia. A questi numeri il MIT è arrivato incrociando una serie di dati come ad esempio il numero di auto vendute, i chilometri mediamente percorsi, i paesi in cui queste sono state vendute, il numero di anni che le auto sono rimaste in giro etc.Ovviamente si tratta di numeri sconvolgenti che secondo il coautore della ricerca, Steven Barrett, potrebbero ulteriormente aggravarsi qualora i richiami relativi alle auto di Volkswagen non si concludessero entro la fine del 2017. In quel caso infatti vi potrebbero essere ulteriori 2.600 morti premature. 

Volkswagen
Volkswagen: il MIT quantifica l’impatto che i trucchi per eludere i controlli sulle emissioni nocive possano aver causato alla salute delle persone

Leggi anche: Volkswagen ha pagato 2.9 miliardi di dollari per riacquistare 138.000 veicoli diesel

Ricordiamo che nel frattempo Volkswagen sta pagando le sue responsabilità. Solo negli Stati Uniti, tra multe, richiami e risarcimenti il gruppo tedesco ha speso oltre 25 miliardi di dollari e a quanto pare non è ancora finita. In Europa ad esempio iniziano a partire le prime cause contro il gruppo tedesco che per il momento nel vecchio continente non ha pagato nessun rimborso o multa.

NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!
Looks like you have blocked notifications!