Volkswagen ID Buzz
Volkswagen ID Buzz
in ,

Volkswagen punta al 70% delle vendite di veicoli elettrici in Europa entro il 2030

Il marchio Volkswagen ha presentato la sua nuova strategia “ACCELERATE” e vuole accelerare i suoi piani elettrici. VW menziona anche piani modello concreti, tuttavia, nel caso dell’auto elettrica compatta, la società con sede a Wolfsburger è stata parsimoniosa nei dettagli.

L’obiettivo di Volkswagen è quello di aumentare la quota di auto completamente elettriche nelle vendite in Europa, che dovrebbe salire a oltre il 70% entro il 2030. Si tratta di un raddoppio del piano precedente del 35%. Negli Stati Uniti e in Cina, l’azienda punta a una quota di veicoli elettrici superiore al 50% nello stesso periodo. “Ogni anno portiamo almeno una nuova auto elettrica”, ha detto il capo del marchio VW Ralf Brandstätter alla presentazione della strategia. “Stiamo acquisendo velocità, raggiungendo grandi volumi e coprendo tutti i segmenti”.

Nello specifico, secondo l’annuncio, ciò significa: La ID.4 GTX a trazione integrale sarà lanciata nella prima metà del 2021; finora, l’ID.4 è disponibile solo con un motore montato sul retro in tre varianti di prestazioni. Il SUV coupé ID.5, anch’esso costruito a Zwickau, seguirà nella seconda metà dell’anno; la produzione di pre-serie è già in corso qui. VW aveva già indicato che l’ID.5 è destinato principalmente all’Europa: la produzione negli Stati Uniti o in Cina non è ancora pianificata.

Volkswagen sta progettando un altro modello anche per l’importante mercato cinese: l’ID.6 X / Cross, un SUV elettrico a sette posti che verrà lanciato lì in autunno, quindi come per l’ID.4 ci sarà una versione. da SAIC-VW e uno da FAW-VW.

Secondo Volkswagen, i piani per un’auto elettrica al di sotto dell’ID.3 con un prezzo di entrata a partire da 20.000 euro saranno anticipati di due anni per il lancio nel 2025. Tuttavia, l’annuncio non entra in ulteriori dettagli su questo. Secondo i rapporti precedenti, questo veicolo ( forse chiamato ID.2 ) sarà sviluppato da Volkswagen Anhui (ex JAC-VW) in Cina . La produzione inizialmente sarebbe avvenuta in Cina per i mercati mondiali, successivamente sarebbe stata possibile la produzione in Europa, si diceva nel novembre 2020 – il preferito era apparentemente lo stabilimento Seat a Martorell. Ma: secondo Handelsblatt la produzione doveva iniziare prima in Cina e poi anche in Europa a partire dal 2025. Se, secondo le informazioni attuali, VW non vuole nemmeno arrivare sul mercato con il piccolo EV fino al 2025, i piani potrebbero cambiare. La Spagna, invece, si sta già preparando per la produzione di auto elettriche dal 2025.

Tornando ai dettagli confermati dalla presentazione della strategia: Volkswagen intende ottimizzare continuamente il kit di trasmissione elettrica MEB in termini di accelerazione, prestazioni di ricarica e autonomia. Il nuovo sistema modulare completamente elettrico per veicoli piatti si chiamerà Scalable Systems Platform e sarà utilizzato per la prima volta nel 2026 nel progetto del faro Trinity.

Contrariamente alla tendenza generale, Volkswagen non solo svilupperà ulteriormente le auto elettriche, ma anche una flotta di motori a combustione. Nello specifico, viene annunciato che “tutti i modelli di base” (vengono citati Golf, Tiguan, Passat, il modello cinese Tayron e il piccolo SUV T-Roc) riceveranno ancora una volta un successore. Tuttavia, VW non ha menzionato modelli come Polo, Touareg o T-Cross. “Avremo ancora bisogno di motori a combustione per un po ‘, ma dovrebbero essere i più efficienti possibili”, ha detto Brandstätter, secondo il comunicato. “[…] ecco perché la prossima generazione dei nostri prodotti principali – che sono tutti modelli mondiali – sarà dotata anche dell’ultima generazione di tecnologia ibrida plug-in, con un’autonomia elettrica fino a 100 chilometri”.

Ti potrebbe interessare: Volkswagen ID.2: potrebbe essere prodotta a Martorell

Looks like you have blocked notifications!