in

Volkswagen sviluppa il software diagnostico della batteria BattMan

Il nuovo software di analisi BattMan ReLife di Volkswagen verifica lo stato di salute delle batterie delle auto elettriche in pochi minuti

Volkswagen
Volkswagen

Volkswagen Group Components ha sviluppato un nuovo sistema di controllo rapido delle batterie. Il nuovo software di analisi BattMan ReLife verifica il loro stato di salute in pochi minuti. A partire da subito, il sistema di controllo rapido verrà utilizzato come mezzo di diagnosi iniziale nel riciclaggio delle batterie presso l’impianto pilota che Volkswagen Group Components opera a Salzgitter dall’inizio dell’anno.

A seconda della capacità rilevata dal sistema di ispezione, una batteria ad alta tensione può essere riutilizzata in tutto o in parte in un veicolo, ricevere una seconda vita come riserva di energia mobile o fissa, oppure il materiale può essere restituito alla produzione di celle per mezzo di un innovativo processo di riciclo.

La prima versione del software BattMan (Battery Monitoring Analysis Necessity) è stata sviluppata dal dipartimento di gestione della qualità di Audi Bruxelles per l’analisi rapida e affidabile della batteria ad alta tensione di Audi e-tron. È già in uso come strumento di diagnosi per diversi marchi del Gruppo Volkswagen.

BattMan ha poi subito un ulteriore sviluppo in collaborazione con esperti di riciclaggio presso Volkswagen Group Components prima dell’apertura dell’impianto pilota per il riciclaggio delle batterie a Salzgitter. Dopo diversi mesi di programmazione e test, BattMan ReLife è emerso come la nuova soluzione di analisi che fornisce una prima valutazione affidabile di una batteria in pochi minuti per aiutare a impostare il suo ulteriore corso. In precedenza, questo processo richiedeva diverse ore.

Dopo aver inserito i connettori a bassa tensione, il dispositivo verifica innanzitutto se la batteria è anche in grado di comunicare e trasferire dati. Il sistema quindi rileva e visualizza eventuali messaggi di errore nonché resistenza di isolamento, capacità, temperature e tensioni delle celle. Axel Vanden Branden, Quality Engineer presso Audi Brussels, spiega: “Siamo in grado di misurare tutti i parametri più importanti di una cella. Quindi un sistema a semaforo indica lo stato cella per cella: il verde significa che una cella è in buone condizioni, il giallo significa che richiede un’ispezione più attenta e il rosso significa che la cella è fuori servizio.

Ciò consente all’utente di determinare lo stato di salute generale di una batteria. Ora tre opzioni sono sul tavolo. Il primo è il cosiddetto remanufacturing, un processo mediante il quale la batteria, a causa del suo buono o ottimo stato di salute, può essere ritrattata per un ulteriore utilizzo come parte di ricambio per veicoli elettrici dopo aver subito lavori di riparazione che riflettono il suo attuale valore di mercato. Una serie di concetti correlati sono attualmente in fase di revisione e preparazione.

Nella seconda opzione, una batteria riceve la sua “seconda vita” quando ha uno stato di salute da medio a buono che ne consentirà l’uso continuato al di fuori di un veicolo elettrico per gli anni a venire. Questo potrebbe essere in una stazione di ricarica rapida flessibile, un robot di ricarica mobile, un sistema di trasporto senza conducente o un carrello elevatore, nonché in un deposito domestico o in un sistema di alimentazione di emergenza.

La terza opzione prevede un riciclaggio efficiente nell’impianto pilota Volkswagen Group Components a Salzgitter, dove i processi meccanici smantellano delicatamente solo le batterie più completamente esaurite nei loro materiali di base come alluminio, rame, plastica e “polvere nera”. Questa “polvere nera” contiene i preziosi componenti della batteria litio, nichel, manganese, cobalto e grafite, che vengono separati da partner specializzati utilizzando mezzi idrometallurgici prima di essere nuovamente trasformati in un materiale catodico.

Ti potrebbe interessare: Volkswagen: tagli alla produzione nello stabilimento di Wolfsburg

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!