in

Webber: “Un quarto dei piloti di F1 è lì per i soldi”

Webber critica la F1 dove almeno il 25% dei piloti in Griglia e li sono perchè porta soldi alle squadre

F1
F1

Mark Webber crede che ci siano piloti di talento nelle categorie inferiori che difficilmente avranno la possibilità di raggiungere la Formula 1 a causa di una questione economica. L’australiano ritiene che il 25% dei piloti che oggi sono nella categoria più alta sono li a causa dei finanziamenti che forniscono e si rammarica che talenti come Oscar Piastri non possano accedere.

Ci sono piloti che eccellono nelle categorie inferiori, mostrano il loro talento in pista e poi affrontano un muro quando si tratta di fare il salto in F1. In questo momento c’è un solo posto libero nella massima serie per il 2022: l’Alfa Romeo dopo il ritiro di Kimi Räikkönen. Ci sono diversi nomi nell’elenco per sostituire il finlandese, ma quello che suona più forte è Guanyu Zhou. Il pilota cinese è secondo nel Campionato di Formula 2, dietro a Oscar Piastri, ma contribuirebbe all’Alfa Romeo con 30 milioni di euro per i suoi sponsor.

Piastri ha il supporto del suo connazionale Webber, che ha criticato il fatto che il 25% dei piloti che attualmente corrono in F1 lo faccia perché può permetterselo finanziariamente. “A volte il tempo può correre un po’ contro di te in F1 e alla fine è stato un po’ vittima del suo stesso successo in termini di velocità che ha raggiunto. Quando prendi una super patente e non ci sono posti, non aiuta molto. Il 25% della griglia sono piloti pesantemente finanziati, ma probabilmente non prospereranno in futuro, si spera ” , ha detto Webber al portale web Race Fans.

Mark crede che la F1 dovrebbe lavorare per dare ai piloti di talento una possibilità che possano diventare le stelle del futuro. Inoltre, crede che il pilota di Formula 2 Oscar Piastri, il leader della categoria, sia pronto a fare il salto nella massima serie e abbia tutto ciò di cui ha bisogno per competere contro i più grandi.

“Potremmo avere dei ragazzi con voglia, passione, intensità. Lo sport deve cercare il prossimo Leclerc, Verstappen, Norris, Russell. Questo è lo sport, vogliono esserci e vogliono vincere, sono automotivati. Così è per Oscar. Ci sono alcuni giovani che penso siano pronti per la F1 e Oscar è senza dubbio uno di loro “, ha aggiunto.

Oltre al problema dei finanziamenti, Webber incolpa il basso turnover che spesso hanno i team di F1. La maggior parte delle squadre preferisce ingaggiare piloti con una vasta esperienza piuttosto che scommettere sui giovani. A ciò si aggiunge che, per il momento, non è previsto che più squadre entrino nel Grande Circo.

“In F1, a volte è più difficile uscire che entrare. Vediamo alcuni piloti che proprio non possono andarsene e le squadre a volte non hanno le palle per cercare giovani talenti, quindi riciclano alcuni piloti che hanno oltre 100 Gran Premi sulle spalle”, ha criticato.

Mark, da conoscitore di lunga data del mondo della F1, sa che il denaro sarà sempre al di sopra del talento, anche se non dovrebbe essere. In ogni caso, ricorda che Piastri non è mai stato e non sarà mai un pilota con un forte finanziamento alle spalle, quindi dovrebbe venire in F1 per puro talento.

Ti potrebbe interessare: F1: per tutti e tre i giorni del GP di Russia è prevista pioggia

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!