in

Xiaomi prevede di lanciare il primo veicolo elettrico nel 2024

Secondo le ultime indiscrezioni Xiaomi lancerà la sua prima auto nel 2024

Xiaomi
Xiaomi

Stanno emergendo nuovi dettagli sui piani per le auto elettriche di Xiaomi, che comporteranno il lancio del suo primo modello nel 2024. I tre anni successivi vedranno il rilascio di altri 3 modelli e sembra che coinvolgano due fabbriche in Cina. Nel marzo di quest’anno la società cinese ha annunciato l’intenzione di produrre veicoli elettrici e ha completato la registrazione commerciale della sua nuova filiale automobilistica all’inizio di questo mese. Xiaomi investirà 10 miliardi di dollari (circa 8,5 miliardi di euro) nel business delle auto elettriche nei prossimi dieci anni.

Secondo quanto riportato dai media cinesi, il primo modello dell’azienda sarà lanciato nella prima metà del 2024. Un altro modello seguirà in ciascuno dei prossimi tre anni. Si dice anche che Xiaomi preveda di vendere 900.000 veicoli entro i primi tre anni. I resoconti dei media fanno riferimento a “persone che hanno familiarità con la questione” ma non sono stati seguiti da annunci ufficiali della società stessa.

Il servizio industriale cinese CINNOResearch cita fonti anonime, affermando che Xiaomi vuole adottare un duplice approccio per aumentare la produzione acquistando un impianto esistente e costruendone un altro da solo. Si dice che Xiaomi stia osservando lo stabilimento Borgward a Miyun Park a Pechino con l’obiettivo di un tempo di consegna relativamente breve per l’inizio della produzione. Si dice che la capacità produttiva dello stabilimento sia di 180.000 unità all’anno. Secondo le informazioni fornite da CINNOResearch , il secondo impianto che la nuova controllata sta progettando di costruire in proprio potrebbe trovarsi nel distretto Hannan di Wuhan.

Da marzo, i media indicano che Xiaomi ha avviato trattative con numerose aziende, tra cui produttori e fornitori di automobili, e ha effettuato investimenti in altre società. Qualche settimana fa, ad esempio, l’azienda ha annunciato l’acquisizione di Deepmotion Tech, startup con sede a Pechino per la quale la società cinese avrebbe sborsato 77 milioni di dollari. Il gruppo è stato anche legato a un investimento in Evergrande. Secondo la pubblicazione cinese ChinaStarMarket ad agosto, il gigante immobiliare di Hong Kong Evergrande potrebbe vendere la sua attività automobilistica sulla scia della crisi del debito e sta quindi tenendo colloqui di acquisizione con diverse società, “tra cui Nio, Xpeng e Xiaomi”. Reuters e Der Spiegel ha anche scritto che Xiaomi è uno dei candidati più vicini all’ingresso.

Secondo un precedente rapporto di Reuters, Xiaomi avrebbe in alternativa un accordo con Great Wall Motor. Reuters riferisce che, sebbene la Great Wall non sia ancora attiva come produttore a contratto, in questo caso ha offerto i suoi servizi. Finora non sono state rivelate conferme ufficiali. Nel settore degli smartphone, Xiaomi lavora anche a stretto contatto con il produttore di iPhone Foxconn, che ha presentato una piattaforma per auto elettriche chiamata MIH e ha anche creato un produttore a contratto di eMobility con Geely.

Ti potrebbe interessare: Xiaomi assume 500 nuovi dipendenti per sviluppare un sistema autonomo di livello 4

Looks like you have blocked notifications!
NotizieAuto.it fa parte del nuovo servizio Google News, selezionaci tra i preferiti cliccando in alto la stellina Clicca Qui!