Yamaha
Yamaha
in

Yamaha presenta il nuovo motore elettrico da 469 CV (350 kW)

Yamaha ha annunciato il suo ingresso nel segmento dei motori EV da 350 kW. Il produttore giapponese afferma che il suo motore elettrico compatto è destinato all’uso in “modelli hyper-EV”. Il motore è importante perché significa che Yamaha sarà in grado di produrre componenti per veicoli elettrici che stanno al passo con i migliori veicoli elettrici di oggi. Il motore della classe 350 kW (pari a 469 CV) può funzionare a una tensione di esercizio di 800 V, come la Porsche Taycan e altri.

Yamaha annuncia le dimensioni compatte del suo motore elettrico come uno dei suoi principali vantaggi. In effetti, il design combina componenti elettrici e meccanici per risparmiare spazio. Ciò significa, ad esempio, che il riduttore e l’inverter sono stati integrati in un’unica unità. Il produttore accetta commissioni per lo sviluppo di motori elettrici dal 2020, anche se meno potenti (35-200 kW), e sembra che intenda vendere questo motore e componenti ad altri produttori interessati a realizzare veicoli elettrici. Sebbene Yamaha sia meglio conosciuta per le sue motociclette, ha a lungo aiutato a progettare componenti per auto e altri veicoli.

L’azienda giapponese afferma di avere una vasta esperienza nella realizzazione di prototipi su commissione e si vanta di poterli costruire secondo le specifiche dei clienti in un breve periodo di tempo. La corsa all’elettricità sta spingendo molte delle principali case automobilistiche a investire pesantemente nella mobilità elettrica. L’accelerazione della produzione di veicoli elettrici sta avvenendo a un ritmo tale che alcuni senza dubbio faranno fatica a tenere il passo, cosa che potrebbe essere il punto in cui Yamaha vuole entrare, contribuendo a fornire alle aziende più piccole componenti per veicoli elettrici credibili.

Tuttavia, non sarebbe il primo a vendere componenti ad altre case automobilistiche. Volkswagen ha già firmato un accordo per vendere la sua piattaforma elettrica MEB a Ford, mentre Audi e Porsche hanno detto che sarebbero aperte a concedere in licenza la loro architettura PPE ad altre case automobilistiche. Come per i cambi e altre parti, sarà sicuramente più economico per alcune case automobilistiche acquistare motori che produrne di propri. E date le dimensioni ridotte dei motori elettrici, progettare un’auto attorno a loro non dovrebbe essere troppo impegnativo.

Looks like you have blocked notifications!